Carni rosse lavorate e rischi per la salute

Carni rosse lavorate e rischi per la salute

Share

di Giorgio Diaferia – Un po’ di chiarezza si cercherà di fare questa sera alle ore 22 su 4ReteTV nel corso del mio Focus, circa l’allarme lanciato dall’OMS che le carni rosse lavorate e quindi le affumicate, quelle trattate con nitriti e nitrati, quella bruciacchiate sulla piastra o sulla griglia possano nuocere gravemente alla salute come il fumo di sigaretta.

Affermazioni contestate dall’Associazione dei produttori di carni , ma anche necessità di chiarire che non stiamo parlando di culatello o prosciutto crudo, bensì di wurstel, salsiccie e altri tipi di carni lavorate. Per altro va detto che due volte alla settimana è un consumo a bassissimo rischio e che stiamo parlando dell’incremento di incidenza del cancro del colon retto e dello stomaco.

Attenzione comunque anche al consumo di carni bianche e pesce, perchè dobbiamo sempre ricercare l’origine e controllarne freschezza e provenienza.

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *