Il 2015 di EcoGraffi

Il 2015 di EcoGraffi

Share

JB | Dodici mesi di articoli, interviste, approfondimenti. Al giro di boa del nuovo anno vogliamo ripercorrere con voi gli eventi più significativi e importanti del 2015. E’ il nostro modo per dare a tutti appuntamento al 2016, augurandoci di continuare a meritare la vostra fiducia.

Buona lettura e buon anno.

 

torino_20151GENNAIO – Torino nel 2015 è stata Capitale europea dello Sport. Dopo le Olimpiadi del 2006 la città della Mole torna sotto i riflettori internazionali. Dodici mesi di appuntamenti e grandi eventi per promuovere le attività sportive a tutti i livelli. Il 30 gennaio al Palavela la cerimonia di inaugurazione. Guarda il video

Eternit-processo-familiari-2FEBBRAIO – La Cassazione cancella la sentenza Eternit. Era stata annunciata come una reale possibilità e puntualmente è arrivata la sentenza di assoluzione. Il reato è caduto in prescrizione. Così la Cassazione dice no alla condanna di Stephan Schmideiny, numero uno di Eternit. I famigliari delle oltre duemila vittime di amianto si vedono negare insieme ai risarcimenti anche il diritto alla giustizia. Manca nel nostro Paese una legge sugli ecoreati, che faccia decadere la prescrizione dei gravi reati ambientali con ricadute sulla salute.

 

eclissi-soleMARZO – Il 20 marzo  è stato il giorno dell’eclissi, la più importante eclissi di sole dal 1999. Il cielo coperto su Torino ha in parte rovinato lo spettacolo ma le telecamere di EcoGraffi hanno comunque raccolto le testimonianze di chi in piazza Castello si era dato appuntamento per tentare l’osservazione. Guarda il video

 

ostensione-sindone-20151APRILE – Il 19 aprile si è aperta la solenne ostensione della Sindone. Del suo significato profondo e dell’importanza della Ostensione nel 2015 si è occupato Antropos, l’approfondimento televisivo curato dalla redazione di Ecograffi. In studio, insieme al direttore Giorgio Diaferia, il professore Pier Luigi Baima Bollone, medico legale e presidente onorario del Centro Internazionale di Sindonologia e l’ingegner Maurizio Baradello, direttore del comitato organizzativo dell’Ostensione 2015. Guarda la puntata.

 

Salone-del-Libro-TorinoMAGGIO – E’ stato il Capo dello Stato Sergio Mattarella a tagliare il nastro della 28sima edizione del Salone del Libro di Torino. La crisi economica degli ultimi anni non ha risparmiato i libri e il mondo della carta stampata. “Tanti numeri hanno il segno meno davanti, tanti posti di lavoro sono stati perduti, ma sono emerse nuove professionalità” ha detto il Presidente della Repubblica. Guarda il nostro video sul Salone.

img_5186GIUGNO – Nonostante critiche e discussioni, per molti è il nuovo edificio-simbolo di  Torino grazie ai suoi 166 metri di altezza, ai 44 piani e agli spazi sempre aperti al pubblico. Stiamo parlando del grattacielo di Renzo Piano, sede del nuovo centro direzionale di Intesa Sanpaolo. Un edificio a elevata efficienza energetica, costruito in cinque anni di lavori e costato mezzo miliardo di euro. Dopo l’inaugurazione, con affluenza record di oltre 6.000 persone, l’istituto di credito ha deciso altre quattro aperture straordinarie nel mese di giugno. Il servizio.

 

heart-300x225LUGLIO – Torino è all’avanguardia per la lotta alle morti improvvise per arresto cardiaco. Ogni anno in Italia si verificano 60mila arresti cardiaci, uno ogni mille abitanti. Ogni minuto di ritardo nella rianimazione e nella defibrillazione in caso di arresto cardiaco riduce del 10% la possibilità di sopravvivenza. Grazie alla fondazione Specchio dei Tempi e all’Associazione Piemonte Cuore Onlus, nell’area metropolitana torinese sono stati cardioprotetti 35 impianti sportivi, tutte le piscine circoscrizionali aperte al pubblico e 50 istituti scolastici. Ultime in ordine di tempo ad avere un defibrillatore, tutte le stazioni della metropolitana. Leggi l’articolo.

NATURADUERUOTEAGOSTO – Protagonisti i nostri lettori, con i loro Diari di Viaggio. Per tutto il mese abbiamo raccolto impressioni e idee di chi ha deciso di viaggiare in maniera sostenibile, privilegiando il lento scorrere del tempo e l’attenzione per la natura. Tra i racconti che sono arrivati in redazione vi vogliamo riproporre Natura a due ruote.

mlp_2-300x169SETTEMBRE – Esordio con il botto per Mirafiori Luna Park Il film di Stefano Di Polito ha fatto registrare al botteghino ottimi risultati, classificandosi al quarto posto in Italia per la media tra incasso e copie in distribuzione. Di Polito, intervistato ai microfoni della nostra trasmissione radio Marco Polo, è un regista esordiente che propone un’interessante riflessione sul passato industriale di Torino, raccontando in chiave fiabesca le vicende di tre pensionati FIAT che desiderano trasformare la loro vecchia fabbrica in un lunapark da consegnare ai nipoti. Guarda il trailer e leggi il nostro articolo.

saving-mes-aynak-300x169OTTOBRE – Un sito archeologico di incredibile bellezza appena scoperto. Una meraviglia afghana di sconfinato valore storico e culturale chiamata Mes Aynak, tra Kabul e il confine con il Pakistan, che rischia di essere rasa al suolo dalle gru di una compagnia mineraria cinese. Saving Mes Aynak è il film che si è aggiudicato l’edizione 2015 del Festival CinemAmbiente. Ecograffi è stato media partner del festival e ha raccontato tutte le giornate di proiezione. Qui la nostra recensione

 

russia-300x169NOVEMBRE – E’ il mese dell’ennesimo scandalo doping nello sport. Questa volta nell’occhio del ciclone c’è la Federazione russa di Atletica leggera ma il fenomeno non riguarda solo i grandi atleti. In Italia si stima siano duecentocinquantamila i consumatori abituali, tra piste campi e palestre. Non c’è distinzione tra professionisti e amatori e ogni anno il doping muove un giro d’affari di 425 milioni di euro. Leggi il nostro approfondimento.

 

COP21DICEMBRE – Alla fine la firma è arrivata alla Cop21 di Parigi. L’aumento della temperatura del Pianeta dovrà essere contenuto a 1,5 gradi entro il 2020. Un punto sul quale si sono impegnati tutti i 195 Paesi presenti. Cento miliardi di dollari verranno stanziati ogni anno per i Paesi in via di sviluppo, molti dei quali ricorrono ancora in larga misura all’uso del carbone. Di Cop21 ne abbiamo parlato tutto l’anno e abbiamo dedicato ai giorni conclusivi della conferenza di Parigi uno speciale di Antropos.

Inserito da:

JB

Journalist and videoreporter | https://about.me/jacopobianchi

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *