Amico in Cucina consiglia…

Amico in Cucina consiglia…

Share

Chiara Cuttica | Tutto il mondo è paese e perciò anche in Spagna, durante il Carnevale, la gastronomia popolare ci offre piatti tipici in ogni regione. Questa volta mi vorrei soffermare sulle filloas che non sono altro che le ben note crêpes francesi ma che sono state sempre presenti nella tradizione gastronomica della Galizia da tempi ancestrali.

Con le filloas si riconfortavano, per esempio, i pellegrini che arrivavano a Santiago dopo settimane o mesi di pellegrinaggio.
Anche nella regione vicina, le Asturie, si mangiano le filloas, anche se le chiamano in un altro modo, ma noi ci soffermeremo su quelle galiziane dolci o salate.

La ricetta più semplice è la seguente: (dosi x 4 persone)

Filloas dolci

500 cc di latte,400 g di farina, 3 uova, 2 cucchiai di zucchero e un pizzico di sale.

Per evitare grumi sarebbe meglio mescolare tutti gli ingredienti in un frullatore elettrico e poi mettere la miscela a riposare in frigorifero 30 minuti.

Trascorso questo tempo, si scioglie una noce di burro in una padella antiaderente e si versa un mestolino di miscela facendola espandere su tutta la superficie della padella, trascorsi due 3 minuti, le si da il giro con una paletta di legno o con le dita, attenti a non bruciarvi! e la si cuoce dall´altra parte. Quand´è cotta si fa civolare su un piatto e si prosegue fino alla fine della miscela.

In Galizia le servono in mille modi diversi e quasi sempre arrotolate come un cannolo. Potete accompagnarle con miele, con marmellata, con puré di mele,con gelato di vaniglia, con gelatine di frutta. Molte volte vengono fiammeggiate con un liquore tipico galiziano forte come le nostre grappe : l´orujo.

Filloas salate (dosi x 4 persone)

500 cc di buon brodo di pollo magari fatto la sera prima e freddo,400 g di farina, 2/3 uova, un pizzico di sale e una noce di burro x ungere la padella.Riposo di 30 minuti nel frigorifero. Il procedimento è lo stesso delle filloas dolci ma cambia il ripieno o accompagnamento. In Galizia e nelle Asturie che è la regione vicina, alla massa di farina e brodo si aggiunge un formaggio tipico della zona il Cabrales, un formaggio blu di latte di mucca, ma a volte anche di capra e pecora, che si sminuzza nel composto prima di cuocerlo.

Vengono anche riempite di salmone, di pollo speziato o di verdure. Io le ho mangiate ripiene di carne del bollito che si fa anche qui e viene chiamato cocido.

 

Filloas-de-leche-con-sello

 

Inserito da:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *