IL PESTICIDA GLIFOSATO E’ CANCEROGENO?

IL PESTICIDA GLIFOSATO E’ CANCEROGENO?

Share

Il Glifosato, uno dei pesticidi maggiormente utilizzato al Mondo, in questi anni in agricoltura, potrebbe andare in pensione, alla luce di quanto dichiarato l’anno scorso dallo Iarc (International agency for research on cancer), l’agenzia per la ricerca sul cancro dell’Oms ovvero che questo pesticida, e non certo solo lui ( nota del r.) sia un sicuro cancerogeno per gli animali e fortemente rischioso per l’uomo.

glifo_ante

Ora  l’Unione Europea dovrebbe procedere ad una nuova autorizzazione all’uso visto che la precedente, scaduta il 31 dicembre scorso, è stata prorogata sino a giugno 2016. La decisione andrà in votazione nella prossima commissione permanente del Paff (comitato per le piante, gli animali, gli alimenti e i mangimi) e per la quale tutti gli Stati membri, escluso la Svezia, sembra siano a favore.

“Dopo il parere dell’Efsa, che ha decretato la non cancerogenicità per l’uomo del Glifosato in contrasto con quello dello Iarc, in assenza di un consenso scientifico sul tema della pericolosità del prodotto chimico per la salute umana, 32 Associazioni, ambientaliste e di agricoltori hanno rivolto un appello al Governo Italiano  di prendere una posizione chiara in sede europea che vieti definitivamente ed in maniera permanente la produzione, la commercializzazione e l’uso di tutti i prodotti a base di Glifosato”. giacchè l’Italia risulta essere uno dei maggiori utilizzatori di questo pesticida

Da utlimo esistono  correlazioni epidemiologiche tra l’esposizione al Glifosato e il linfoma non-Hodgkin e gli aumenti di leucemie infantili e malattie neurodegenerative (come il Parkinson).

Partita da un’iniziativa di Aiab e Firab la campagna “#StopGlifosato” è diventata una Campagna oggi condivisa da 32 Associazioni Ambientaliste e dell’Agricoltura Biologica. Del Tavolo fanno parte: Aiab, Associazione per l’Agricoltura Biodinamica, Fai, Federbio, Firab, Italia Nostra, Isde – Medici per l’ambiente, Legambiente, Lipu, Navdanya International, Pan Italia, Slowfood, Terra Nuova, Touring Club Italiano, Associazione Pro Natura, UpBio, Wwf. Aderiscono alla Campagna Stop Glifosato : AnaBio, Asso-Consum, l’Associazione Culturale Pediatri (Acp), Donne in campo-Cia Lombardia, Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua, Greenpeace, Ibfanitalia, MdC, Nupa, Rees Marche, il Test, UNA.API, Vas, Wwf Italia, Zero Ogm, conclude la Lipu.

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *