INQUINAMENTO: Il killer dei killers

INQUINAMENTO: Il killer dei killers

Share

di Giorgio Diaferia | C’è un killer silenzioso e micidiale che fa più vittime dell’AIDS, degli incidenti stradali e della tubercolosi messi insieme: l’inquinamento. È quanto emerge dall’articolo pubblicato su The Lancet, la prestigiosa rivista che è assunta a punto informativo dal mondo scientifico.

“L’inquinamento atmosferico è associato a circa 6,5 milioni di decessi ogni anno a livello globale. Mentre le morti premature dovute all’inquinamento atmosferico delle famiglie dovrebbero diminuire da 3,5 milioni di oggi a 3 milioni entro il 2040, le morti premature dovute all’inquinamento esterno sono destinate ad aumentare da 3 milioni a 4, 5 milioni nel medesimo periodo”.

Occorre fare molta più informazione e formazione sul rapporto perdita di salute ed inquinamento anche in termini di risparmio della spesa sanitaria e di miglioramento della qualità della vita che si è allungata ma si è molto deteriorata.

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *