Angolo Medico | Obesità

Angolo Medico | Obesità

Share

Il BMI, definisce arbitrariamente l’obesità come un BMI > 27,8 per gli uomini e > 27,3 per le donne. E ’ ormai noto come l’obesità e anche il semplice sovrappeso siano fattori di rischio per malattie quali ictus ed infarto miocardico. E’ dunque importante intervenire prima che si possano instaurare situazioni pericolose per la nostra salute: diabete mellito, ipertensione arteriosa, apnee notturne. Disturbi meno preoccupanti ma sicuramente invalidanti sono poi quelli del nostro apparato locomotore, sia a carico delle articolazioni di sostegno che delle altre. La causa dell’obesità è drammaticamente semplice: consumiamo meno energie di quante ne assumiamo.

obesità-infantile-462x234

Ci sono evidenti motivi psicologici alla base di una eccessiva assunzione di cibo, specie ipercalorico. Ricordiamo le crisi di bulimia o la fame notturna. I fattori che determinano l’obesità possono essere distinti in genetici, ambientali e regolatori. Uno stile di vita sedentario, come quello prevalente nelle società occidentali, è un altro importante fattore ambientale che favorisce l’obesità. L’attività fisica non solo richiede un dispendio di energia, ma aiuta anche a controllare l’assunzione del cibo, serve se praticata con regolarità e non meno di 150 minuti alla settimana. Inoltre un’altra causa di obesità è rappresentata dalla gravidanza che in alcune donne causa un aumento medio di 9 kg di peso al termine. Recenti stime attribuiscono 280.000 morti all’anno negli USA alla sovranutrizione, che è quindi seconda solo al fumo di sigaretta come causa di morte.

globesity

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *