Carlo III, il sovrano illuminato

Carlo III, il sovrano illuminato

Share

 

Alessandra Braschi | Carlo III re di Spagna è stato uno dei re più illuminati di tutta la storia spagnola. Era figlio di Filippo V di Spagna e di Elisabetta Farnese. Il suo regno durò quasi 60 anni e fu colmo di successi e iniziative completamente nuove per quell’epoca. Il suo fu un itinerario di vita marcato dalla formazione alla corte di suo padre e di sua madre a Parma, città e territorio del quale fu duca come Carlo I, poi principe ereditario di Toscana e quindi re di Napoli come Carlo V fra il 1735 e il 1759. A partire da quell’anno lasciò l´Italia e concretamente il regno di Napoli in mano a suo figlio Fernando IV di soli 8 anni, per rientrare in Spagna ed assumerne la corona. Non lasciò l’Italia senza una grande tristezza e accompagnato dalle ovazioni generali di tutti i suoi sudditi. Era il miglior rappresentante delle idee illuministiche che stavano travolgendo l´Europa e queste lo guidarono ed ispirarono durante i suoi anni di regno. La ragione, il progresso, la tolleranza, il cosmopolitismo, l’insegnamento e quindi l’educazione del popolo, la conoscenza di altre culture e civiltà diedero impronta al suo governo.

L’esposizione allestita al Museo Archeologico Nazionale (MAN) di Madrid presenta alcuni degli aspetti principali della vita e delle opere di uno dei monarchi più illuminati della storia della Spagna, ponendo l’accento su una questione fondamentale del suo regno: la politica estera e il contributo scientifico-culturale alla società spagnola e europea in generale. Sua massima preoccupazione era la proiezione della Spagna nel contesto europeo, perseguita con grandi riforme di carattere nazionale e con il sostegno alle spedizioni di carattere scientifico.

L´esposizione rimarrà aperta fino al 26 marzo al MAN in calle Serrano 13 con orario dalle 9.30 alle 20.00 da martedì a sabato e dalle 9.30 alle 15.00 la domenica. Ingresso gratuito

carlos-III

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *