E’ quasi ora… Metti in piazza la cultura

E’ quasi ora… Metti in piazza la cultura

Share

Si lavora per mettere a punto gli ultimi dettagli. Il 27 e 28 maggio la manifestazione Metti in piazza la Cultura contagerà le piazze di Torino e Alba con incontri, concerti, dibattiti e spettacoli.

La cultura sta per scendere in piazza per incontrare la città.

Non è più tempo di scovare un concerto, un dibattito o uno spettacolo nei meandri oscuri di luoghi inarrivabili.

La cultura ha voglia di andare incontro alla gente. Ha voglia di esondare e contaminare giovani appassionati, adulti attenti, persone distratte, anziani soli e tutti coloro che sono pronti ad abbattere le barriere interiori. E’ come se diventasse necessario varcare il confine.

Anche il Salone del Libro, nell’anno del suo trentesimo compleanno, ha scelto un messaggio analogo: “oltre il confine”.

E’ proprio il confine che bisogna varcare perché lo sguardo allunghi la sua prospettiva. E’ oltre il confine dei pregiudizi che le popolazioni troveranno un linguaggio comune. E’ oltre il confine che la mente può trovare gli strumenti per fronteggiare la vita.

Ecco perché sabato 27 e domenica 28 maggio dobbiamo scendere in piazza, insieme alla cultura.

La redazione di Ecograffi.it sarà lì. Antonella Frontani alle 14 modererà un incontro nella cornice del Cortile di Palazzo Carignano: Piero Pelizzaro, Daria Santucci e Franco Tresso si confronteranno sul tema della resilienza passando dalle politiche di adattamento ai cambiamenti climatici alle smart city, dalla gestione dell’energia nei centri abitati alle politiche europee.

Dalle 15.30 alle 18 Valeria Rombolà e Federico Cuomo, della redazione Ecograffi.it, organizzeranno un press corner per le interviste che relatori, ospiti, cittadini e operatori vorranno rilasciare a testimonianza di una giornata corale per la cultura.

Ovviamente, vieni anche tu!

Inserito da:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *