TEMPI DI STRAGI

TEMPI DI STRAGI

Share

Giorgio Diaferia |  Ricorre oggi il 25° anniversario della strage del giudice Giovanni Falcone, della sua consorte e magistrato Francesca Morvillo e degli uomini della sua scorta.Ma se in quell’occasione si trattò di una strage ordinata dalla Mafia, siamo in tempi in cui le stragi anche di origine terroristica si susseguono ad opera di gruppi organizzati come l’ISIS o anche di singoli “lupi solitari”. A farne le spese sempre innocenti cittadini, anche bambini privi di qualunque responsabilità, ma solo colpevoli dell’essersi trovati nel luogo sbagliato all’ora sbagliata.L’11 Settembre ne è l’esempio più drammatico e recente.

Falcone-Morvillo-535x300

E’ di ieri la strage a Manchester,dove un kamikaze si è fatto esplodere al concerto di Ana Grande,causando la morte di 22 persone(per lo più ragazzi e qualche bambino). Purtroppo il conto delle vittime non è ancora definitivo, mancano infatti all’appello 12 persone.Ma il ricordo del Batclan di Parigi con oltre 90 vittime, durante un concerto rock, è ancora vivissimo.Vediamo cosa dice la nota enciclopedia libera Wikipedia a proposito del termine strage:

Il termine non è da confondere con distruzione di massa in uso nel contesto militare né con l’omicidio plurimo perché questo è rivolto contro persone determinate. In senso lato si parla di strage riguardo alla generica uccisione di una pluralità di persone. Secondo l’FBI è necessaria la presenza di quattro o più omicidi nel corso di un particolare evento senza la “fase di stasi” tra un omicidio e l’altro[2].

Stragi possono essere compiute da individui o organizzazioni sia criminali sia assoldate dallo Stato come ad es. le repressioni della polizia nelle manifestazioni civili, il bombardamento a tappeto e l’esecuzione indiscriminata e pianificata di gruppi di persone[3]. La strage si distingue dallo spree killer che agisce in due o più località senza interruzioni tra l’uno e l’altro delitto.

strage_borsellino

via D’amelio la strage del giudice Paolo Borsellino e della sua scorta

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *