Comincio domani!

Comincio domani!

Share

Stefania Panetta | Quante volte abbiamo sentito o ripetuto la frase “da domani (riferendoci per il 90% dei casi al lunedì) inizio a correre, seguire la dieta” e quanti più buoni propositi possibili? A questo impegno seguono poi una serie di scuse che ci portano puntualmente a rimandare alla settimana successiva. Cominciare a correre è uno dei propositi più gettonati, ma è anche uno dei più difficili da mantenere.

Molti pensano di poter iniziare a correre con semplicità, bastano due semplici mosse: indossare le vecchie Superga di quando andavamo in palestra e recarsi al parco vicino casa. Si mettono in moto i piedi ed è fatta. Ebbene, a meno che non siate degli ex atleti, preparatevi a schiantarvi contro il muro della realtà. Dopo tre/cinque minuti al massimo sarete esausti e senza fiato. Iniziare a correre è una cosa semplice, ma bisogna tenere a mente dei presupposti fondamentali che saranno la base del vostro allenamento.

La prima cosa che vi servirà in questa prima fase è un paio di scarpe da running adatte al vostro piede/appoggio, tutto il resto è un optional. Fatevi consigliare da un esperto, in molti negozi sportivi è presente un tapis roulant dove correre per permettere al responsabile di esaminare il vostro appoggio e consigliarvi la scarpa più adatta.

Quante volte allenarvi? E’ assolutamente normale partire entusiasti e pensare di poter correre tutti i giorni, in fondo ognuno di noi potrebbe ritagliarsi mezz’ora al giorno da dedicare allo sport. Il segreto per progredire con la corsa è essere costanti. Per questo non siate troppo esigenti, ponetevi come obiettivo due allenamenti settimanali e cercate di mantenerli (al di là di qualsiasi condizione meteorologica) scoprirete che richiederà tanta forza di volontà.

A questo punto è fondamentale prepararsi una tabella di allenamento, correre allo sbaraglio in mezzo al parco non vi servirà a nulla. È bene cominciare alternando la corsa con la camminata, mantenendo un’andatura tale da permettervi di conversare senza troppa fatica. Ecco una semplice tabella da seguire la prima settimana di allenamento:

  • 5 minuti di riscaldamento (camminata o stretching)
  • 2 minuti di corsa + 3 di camminata veloce per 5 volte (tot. 25 minuti)

Sarà già volata mezz’ora, avrete faticato ma sarà ancora viva e forte la voglia di tornare a sfidarsi e migliorarsi. La corsa è uno sport molto difficile da praticare perché è facile fermarsi e bisogna prima di tutto allenare la nostra forza di volontà, ma è anche lo sport in cui si migliora più velocemente.

Già a distanza di qualche settimana, vi accorgerete di riuscire a correre per due minuti senza fatica e quello sarà il momento giusto per alzare l’asticella! Allora quando si comincia? Oggi!

Inserito da:

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *