Gas serra a 403 ppm, è record!

Gas serra a 403 ppm, è record!

Share

Giorgio Diaferia |  Stiamo parlando di un record tristemente negativo che segnala quanto lavoro ancora ci sia da fare per ridurre drasticamente i gas serra ed in particolare il principale gas clima alterante in atmosfera. Il protocollo della Cop21 di Parigi, rischia di saltare se i principali governi al Mondo non invertiranno il ricorso alle energie da fonti fossili verso quella da fonti rinnovabili.

Camini, auto, ciminiere industriali è un vero disastro ed un continuo attentato alla nostra salute, specie dei più piccoli o dei più deboli.E’ ora di dire basta, è ora che qualche politico, qualche Governo, qualche Continente, ritrovi una levatura morale e che agisca per il futuro dell’umanità, per il Bene Comune. La World Meteorological Organization (Wmo) ha dichiarato, con la dr.ssa Oksana Tarasova, responsabile del programma globale di controllo dell’atmosfera terreste, che i livelli di CO2 hanno raggiunto livelli che sulla Terra non si registravano da 3 a 5 milioni di anni.

«Abbiamo avuto un balzo del 50% sulla media dell’ultimo decennio», L’attenzione è ora puntata sul prossimo Cop 23 di Bonn, dal 6 al 17 Novembre, dove si dovranno prendere decisioni veramente importanti e drastiche, che facciano si di non vanificare la Cop 21 di Parigi, ma anzi ne migliorino ulteriormente gli obiettivi.

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *