A Torino la prima rete nazionale in Medicina dello Sport

A Torino la prima rete nazionale in Medicina dello Sport

Share

Redazione | Ieri sono state gettate le basi per un grande progetto sulla Medicina dello Sport all’Università di Torino, dopo il ritorno nella nostra regione, con coinvolgimento di Liguria e Valle d’Aosta, della Scuola di specializzazione, che mancava ormai da diversi anni.

In tutto sono sette i medici specializzandi, ma il numero -spiega il direttore Ezio Ghigo- è destinato a crescere. Il tutor dei tirocinanti sarà il dottor Marco Minetto, e le collaborazioni tra le scuole di Fisiatria del professor Giuseppe Massazza e la neonata scuola in Medicina dello Sport saranno frequenti e innovative.

Figura centrale del progetto le Palestre della Salute, di cui già in passato il nostro giornale si è occupato (leggi qui), volute dalla Scuola Universitaria di Scienze Motorie dell’Università di Torino, che forma laureati in attività fisica adattata, pur tuttavia, non aventi ancora un riconoscimento sanitario. E questo noi sottolineiamo essere una grave mancanza della politica.

Presenti alla riunione i responsabili dei più prestigiosi centri pubblici e privati in Medicina dello Sport, tra questi l’ASL di Torino con il suo responsabile della struttura presso l’Ospedale Farinelli, il dottor Giuseppe Parodi, unico rappresentante di un centro pubblico.

La collaborazione e i progetti innovativi saranno oggetto del Corso accreditato ECM di lunedì 12 marzo prossimo presso la SAA di Torino Nuove frontiere in Medicina dello Sport ed attività fisica.

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *