Consumo di suolo, c’è la proposta di legge

Consumo di suolo, c’è la proposta di legge

Share

Redazione | Riceviamo e diffondiamo con piacere il comunicato | Ci siamo! Finalmente possiamo, con piacere, annunciarvi che il nostro gruppo di lavoro tecnico-scientifico multidisciplinare ha completato il proprio compito: la nostra Proposta di legge popolare Norme per l’arresto del consumo di suolo e per il riuso dei suoli urbanizzati ora è pronta.

Dopo 13 mesi di impegnativo lavoro dei nostri esperti e gli emendamenti che ognuna delle oltre mille organizzazioni e delle decine di migliaia di persone nostre aderenti hanno potuto presentare, ecco pronto questo nuovo contributo che il nostro Forum offre a tutta la nostra società per effettuare una scelta ormai non più rinviabile: una norma nazionale in grado di tutelare i suoli ancora liberi, i territori e i paesaggi.

Qui trovate il prezioso documento, che vi invitiamo a leggere, studiare, analizzare in ogni dettaglio e il comunicato ufficiale con cui nei prossimi giorni informeremo cittadini, media, attori economici e forze politiche, chiamandoli a confrontarsi con un testo rigoroso e definito nella sua articolazione e negli obiettivi.

La conclusione di questo imponente lavoro cade in un momento di particolare rilievo: abbiamo infatti la possibilità e l’opportunità (e anche il dovere) di approfittare del mese di febbraio per far pesare questa Proposta di legge in campagna elettorale.

Ora abbiamo in mano lo strumento che ancora ci mancava: tocca a tutte e tutti noi usarlo nel migliore modi.

Leggi il comunicato e la Proposta di legge di Salviamo il Paesaggio

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *