Breaking News
14 febbraio 2018 - Pamela:convalida arresti Lucky e Awelina
14 febbraio 2018 - Dell'Utri in ospedale per controlli
14 febbraio 2018 - Hungary submits anti-immigration 'Stop Soros' bill to parliament
14 febbraio 2018 - Juncker, decidere presto su bilancio Ue
14 febbraio 2018 - Berlusconi, Sicilia in agonia, sì Ponte
14 febbraio 2018 - South Korea union says GM plant closure is 'death sentence', threatens strike
14 febbraio 2018 - Berlusconi, tassa successione è immorale
14 febbraio 2018 - Exclusive: Dozens of refugee resettlement offices to close as Trump downsizes program
14 febbraio 2018 - Studente prima media picchia la prof
14 febbraio 2018 - Tagli al bisfenolo A in Gazzetta Ue
14 febbraio 2018 - In Trump’s first year, U.S. agency doubles solar investments abroad
14 febbraio 2018 - Embraco: Calenda chiede chiarimenti a Ue
14 febbraio 2018 - Di Maio a Mef, su fondo pmi oltre 23 mln
14 febbraio 2018 - U.S. inflation test looms large, dollar falls
14 febbraio 2018 - Renzi, non votate quelli di "spread tax"
14 febbraio 2018 - Di Maio, su rimborsi sbagliato fidarmi
14 febbraio 2018 - South African police raid Gupta home, pressure cranks up on Zuma
14 febbraio 2018 - Economia: ISTAT, NEL 2017 PIL +1,5%
14 febbraio 2018 - Istat, pil Italia 2017 +1,4%
14 febbraio 2018 - Israel's Netanyahu says government coalition remains stable
14 febbraio 2018 - Sport: LEBRON JAMES TRASCINA I CAVS, HARDEN I ROCKETS
14 febbraio 2018 - Sport: PELLEGRINO "ARGENTO DA OUTSIDER E NON FINISCE QUI"
14 febbraio 2018 - Walmart goes to the cloud to close gap with Amazon
14 febbraio 2018 - South Korea union says GM plant closure move is 'death sentence', threatens strike
14 febbraio 2018 - Germania: Pil IV trimestre +0,6%
Sulle tracce dei ghiacciai, dal passato al futuro

Sulle tracce dei ghiacciai, dal passato al futuro

Share

Deborah Pedone | VIDEO | Sei spedizioni sulle catene montuose più imponenti ed importanti del mondo per raccogliere dati e scattare fotografie. Obiettivo, documentare l’arretramento dei ghiacciai, mettendo a confronto le foto di oggi con quelle scattate nello stesso luogo e nello stesso periodo dell’anno, ma nei primi anni del ‘900. È il progetto Sulle tracce dei ghiacciai, promosso dall’associazione non profit Macromicro e presentato nei giorni scorsi all’EnviPark di Torino dal fotografo Fabiano Ventura.

I cambiamenti climatici sono sotto gli occhi di tutti, ma troppo spesso ancora si sottovaluta il problema, quasi come se non toccasse direttamente l’intera umanità. Ventura, che da anni assiste al lento cambiamento del pianeta, con il suo lavoro testimonia una oggettiva e drammatica verità: i ghiacciai stanno collassando e intere valli scompaiono. Basta confrontare le sue fotografie con quelle scattate da Vittorio Sella del 1909.

«È la prima volta che la Terra si trova a far fronte ad una popolazione così estesa, e sempre in costante aumento, come in aumento è lo sviluppo industriale che ha un impatto sempre peggiore su di essa. Per questo è importante parlarne, coinvolgere in maniera forte soprattutto le nuove generazioni, affinché si evidenzi il ruolo dell’umanità in tutto ciò» ha detto Ventura. Che così spiega significato e scopo delle sue foto: «salvaguardare il Pianeta e i beni primari che lo popolano, come l’acqua».

Sulle tracce dei ghiacciai è un progetto che coinvolge otto centri di ricerca universitari e ha già prodotto quattrocentodue articoli pubblicati sul web e ottantasei su periodici. Nove le esposizioni fotografiche organizzate, così come i talk e i confronti pubblici, senza dimenticare le collaborazioni con le scuole. Un impegno che ha trovato, fin da subito, un notevole riscontro sui social network.

Durante la presentazione è stato proiettato il documentario Sulle Tracce dei Ghiacciai-Missione in Alaska realizzato durante il periodo della spedizione in Alaska nel 2013.

Qui trovate un’anteprima

Inserito da:

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *