Fai piano quando torni

Fai piano quando torni

Share

Giovane, bella, colta, ricca: Margherita sembra avere, agli occhi degli altri, tutto quello che una ragazza di ottima famiglia può desiderare, compreso un lavoro che ama. Ma nella vita non tutto è andato come sperava. Otto anni prima il suo adorato papà è mancato all’improvviso. Poi, dopo una relazione di cinque anni, è stata lasciata dal fidanzato. Margherita però non sa che tutto sta per cambiare: ricoverata in ospedale dopo un grave incidente d’auto si trova a condividere la stanza nel reparto di ortopedia con la signora Anna, adorabile ex cuoca 76enne – vivace, testarda e invadente – che si è rotta un femore ma non ne vuole sapere di stare ferma. Quale miglior diversivo, per lei, di una giovane e ombrosa compagna di stanza? Nelle ultime settimane di convalescenza di Margherita la signora Anna farà di tutto per stanarla, raccontandole la sua incredibile (ma verissima) storia e travolgendola con la sua vitalità. Sarà proprio aiutando la signora Anna nella ricerca del grande amore di gioventù con cui intrattiene un’appassionata corrispondenza segreta da cinquant’anni, che Margherita finirà col ritrovare la gioia di vivere e un’insperata salvezza. Un romanzo pieno di grazia, che racconta con tenerezza e leggerezza il dolore della perdita e la fatica della rinascita.  

SILVIA TRUZZI, giornalista, è nata a Mantova e vive a Milano. Laureata in Giurisprudenza, lavora al Fatto quotidiano dalla sua fondazione nel 2009. Ha vinto il Premio giornalistico internazionale Santa Margherita Ligure per la cultura nel 2011 e il Premio satira politica Forte dei Marmi, sezione giornalismo, nel 2013. Con Longanesi ha pubblicato, nel 2015, Un Paese ci vuole. Nel 2016 ha scritto Perché No a quattro mani con Marco Travaglio. Fai piano quando torni è il suo esordio nella narrativa. 

 

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.