Valeria Golino e Nina Zilli il 24 aprile chiudono Lovers

Valeria Golino e Nina Zilli il 24 aprile chiudono Lovers

Share

24 aprile: ultimo giorno del Lovers Film Festival Torino LGBTQI Visions il più antico festival sui temi LGBTQI (lesbiche, gay, bisessuali, trans, queer e intersessuali) d’Europa e terzo nel mondo diretto dalla cineasta Irene Dionisio e presieduto da Giovanni Minerba, fondatore con Ottavio Mai della rassegna.

Il primo appuntamento della giornata è alle 10.00 con Mi mejor amigo (Argentina 2018 90’) di Martín Deus, in programma in Sala 2: racconta la vita di Lorenzo, tranquillo adolescente che vive in un piccolo centro della Patagonia, che prende una piega inattesa quando si trova a dover ospitare il coetaneo Caíto, figlio di amici dei genitori. In collaborazione con Sottodiciotto Film Festival & Campus.

Si prosegue alle 15.00 in sala 3 con l’Evento Speciale Fronte del Corpo: Valeria Golino dialoga con Concita De Gregorio sulla sua esperienza di attrice; alle 17.45 invece in sala 2 la proiezione del film McKellen: Playing The Part di Joe Stephenson (Regno Unito 2017, 93’): un documentario costruito come una lunga e personale intervista a Ian McKellen, candidato più volte agli Oscar, autore di un clamoroso coming out a 49 anni e attivista per i diritti LGBTQI. In apertura Lucia Mascino dialoga con Concita De Gregorio.

Intanto in sala 3 alle 16.15 si presenta Home Lovers Movies: il progetto di archivio audiovisivo privato dedicato alle tematiche LGBTQI realizzato in collaborazione con l’Associazione Museo Nazionale del Cinema. A seguire la proiezione di Escape from Rented Island: The Lost Paradise of Jack Smith di Jerry Tartaglia (USA 2017, 88’): un video-saggio sperimentale presentato alla Berlinale su Jack Smith, precursore dell’estetica queer e del cinema underground.

Alle 20.30 in sala 1 ha inizio la serata di chiusura del festival. La Closing Night, oltre alla consueta premiazione dei concorsi, prevede la conversazione fra la madrina del festival Valeria Golino e Pino Strabioli. L’attesa ospite musicale è, invece, la cantautrice Nina Zilli che nel 2018, al Festival di Sanremo, ha dedicato la sua canzone in gara alle donne che hanno subito violenza.

A seguire la proiezione in anteprima nazionale di Thelma (Norvegia, 2017, 116’) di Joachim Trier, selezionato al Toronto International Film Festival e distribuito in Italia da Teodora Film. Joachim Trier, che interverrà in collegamento dalla Norvegia, è stato recentemente nominato presidente di giuria della Settimana della Critica del Festival di Cannes.

Thelma è una timida ventenne di provincia che si trasferisce a Oslo per studiare e che si accorge, dopo essersi innamorata di una ragazza, di avere inquietanti poteri sovrannaturali. Un thriller d’autore di grande impatto, che tiene insieme realismo e tensione orrorifica, dramma psicologico e erotismo, mentre il tema del genere attraversa con diverse sfumature l’intera narrazione.

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *