Il GenX della polemica veneta

Il GenX della polemica veneta

Share

GD | Vediamo prima di che composto chimico stiamo parlando.

GenX è un marchio per il processo chimico che utilizza 2,3,3,3-tetrafluoro-2- (eptafluoropropossi) acido propanoico (FRD-903) e produce 2,3,3,3-tetrafluoro-2- (eptafluoropropossi) propanoato (FRD-902) ed eptafluoropropilico 1,2,2,2-tetrafluoroetil etere (E1).

I prodotti chimici sono utilizzati in prodotti come imballaggi alimentari, vernici, prodotti per la pulizia, rivestimenti antiaderenti, tessuti per esterni e schiuma antincendio . [1] Le sostanze chimiche sono prodotte da Chemours , uno spin-off aziendale di DuPont , a Fayetteville, nel North Carolina . [2]

I prodotti chimici GenX sono usati come sostituti del PFOA (C8) per la produzione di fluoropolimeri come il teflon . [3] [4] PFOA e composti correlati sono risultati tossici e cancerogeni . [5]

Inquinamento

Lo stabilimento di Chemours Fayetteville ha versato composti GenX nel fiume Cape Fear , che è una fonte di acqua potabile per la zona di Wilmington, nella Carolina del Nord . L’approvvigionamento idrico potrebbe essere stato contaminato per decenni, causando polemiche sui suoi potenziali effetti sulla salute. [6]

Il 5 settembre 2017, il Dipartimento della Qualità Ambientale della Carolina del Nord (NCDEQ) ha ordinato a Chemours di interrompere gli scarichi di tutti i composti fluorurati nel fiume Cape Fear. NCDEQ ha citato Chemours il 14 novembre 2017 per aver violato le disposizioni nel suo permesso di scarico delle acque reflue NPDES , a seguito di una fuoriuscita di sostanze chimiche il 6 ottobre [7].

Il 2 novembre 2017, il governo della contea di Brunswick ha intentato una causa federale in cui si sosteneva che DuPont non aveva divulgato la ricerca sui potenziali rischi della sostanza chimica. [8]

Il 7 maggio 2018, Cape Fear River Watch annunciò la propria intenzione di fare causa contro Chemours in 60 giorni per numerose violazioni del Clean Water Act . Agendo come consulente legale, il Southern Law Law Center ha depositato la causa ai sensi della sezione 505 (b) della Legge sull’acqua pulita . Un’organizzazione senza scopo di lucro a Wilmington, nella Carolina del Nord, Cape Fear River Watch (CFRW) ha lo scopo di proteggere e migliorare la qualità dell’acqua del bacino del fiume Fear inferiore del Capo attraverso l’educazione, la difesa e l’azione. [9] (Fonte Wikipedia)

Ed ora cosa accade in Veneto? Greenpeace accusa la Regione Veneto e l’azienda Miteni,perchè nelle falde attorno al comune di Trissino nel vicentino sono stati trovate tracce in svariate quantità di GenX, una sostanza cugina dei temibili Pfas, responsabili secondo Arpav di una contaminazione che interessa il Padovano, il Vicentino e il Veronese“

La Regione accusa di scarsa credibilità Greenpeace, riferendo di aver riscontrato minimi quantitativi di genX nelle acque di falda e l’azienda minimizza rifendo di effettuare rigidi controlli. La sostanza in questione utilizzata come antiaderente appartiene a quelle cancerogene. I nuovi controlli ordinati ci diranno come stanno le cose e se la popolazione è stata o meno esposta ad un rischio cancerogeno reale.

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *