Valsartan tolto dal mercato per rischi alla salute

Valsartan tolto dal mercato per rischi alla salute

Share

E’ di ieri la notizia ufficiale che l’Agenzia Italiana per il Farmaco, l’AIFA, ha disposto il ritiro immediato di farmaci a base di Valsartan, un importante principio antiipertensivo.

La causa risiede in un difetto di qualità, ovvero la presenza di una sostanza potenzialmente cancerogena nella formulazioni farmaceutiche in commercio in Italia.

C’è da rimanere strabiliati di come possa essere accaduto tutto ciò, vista la quantità di controlli a cui i laboratori sono tenuti prima di immettere in mercato una sostanza. Potrebbe trattarsi di una contaminazione di lavorazione.

In Italia si contano 16 milioni di cittadini affetti da forme più o meno gravi di Ipertensione, una malattia seria ed assai diffusa.Molti di questi, assumono da anni farmaci a base di Valsartan.

Sarebbe interessante sapere se il Ministero della Sanità pensa di predisporre dei controlli sui pazienti a questo punto “a rischio”.

Informazioni per i medici

La presenza di un’impurezza è stata riscontrata nel principio attivo valsartan prodotto dall’officina della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan, Duqiao, Linai (China) e attualmente risulta che l’impurezza sia presente solo nei prodotti fabbricati nel sito citato.

L’impurezza è la N-nitrosodimetilamina (NDMA), classificata come sostanza probabilmente cancerogena per l’uomo, che sarebbe presente nei lotti di materia prima utilizzati per produrre i medicinali contenenti valsartan oggetto di ritiro.

Valsartan è un antagonista del recettore dell’angiotensina II usato per trattare l’ipertensione e l’insufficienza cardiaca. È disponibile da solo o in combinazione con altri principi attivi.

Per i pazienti trattati con i medicinali riportati nell’elenco di cui sopra la terapia può essere sostituita con un altro valsartan o con altro antagonista del recettore dell’angiotensina II.

I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell’elenco sopra riportato possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o  con i monocomponenti, ad es. una compressa di valsartan (non nell’elenco) e una compressa di idroclorotiazide o un prodotto combinato di idroclorotiazide + altro antagonista del recettore dell’angiotensina II.

Clicca qui per l’elenco dei prodotti e dei lotti interessati

 

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *