Hurricane Florence, ci siamo

Hurricane Florence, ci siamo

Share

Da categoria 4 a 2: queste sono alcune delle novità sull’uragano Florence che minaccia la Carolina del Nord. Ma a questa buona notizia se ne affianca un’altra meno positiva, ovvero che potrebbe colpire una fascia costiera molto più ampia di quella inizialmente prevista.

Gli uragani non sembrano in aumento negli ultimi decenni ma sono però aumentati di forza. Questo a causa di alcuni fattori, tra cui il riscaldamento dei mari .

Esiste poi un valore denominato ACE, Accumulated Cyclone Energy, il quale dice che l’energia sprigionata dai cicloni e dagli uragani nell’Oceano Pacifico ha raggiunto oltre il 250%.

Sono comunque attese piogge torrenziali e forti venti.

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *