Vacanze green, tra natura e sostenibilità

Vacanze green, tra natura e sostenibilità

Share

Eleonora Altieri | Nella prima edizione di “Parchi da Amare”, la manifestazione dedicata ai parchi naturali, le principali associazioni ambientaliste e turistiche si sono riunite per dare vita alla “vacanza green”, un’esperienza sostenibile nelle nostre aree protette.

Legambiente, Rete Weec Italia, WWF, Federparchi, CNA Turismo e Commercio e AIAV: tutte accomunate dalla convinzione che è necessario preservare le bellezze naturali del Paese senza renderle inaccessibili ma, al contrario, ricche di attività ed esperienze.

Per rendere possibile la convivenza tra turismo e sostenibilità è stata stipulata la Carta di intenti, una serie di regole in grado di esaltare i valori ambientali senza limitare i piaceri di una vacanza.

I turisti, circondati dalla natura incontaminata, avranno così l’opportunità di imparare ad ammirare senza interferire, addirittura a giocare con l’ambiente senza rovinarlo. Una sorta di vacanza educativa che ha come obiettivo di far crescere una coscienza “verde” in chi la vive.

All’interno di queste aree i turisti scopriranno piccole aziende manifatturiere che hanno costruito con e nella natura il loro lavoro: artigiani e coltivatori, realtà sportive e turistiche: tutte e tutti sentono la necessità di mantenere vivo il loro mestiere attraverso la tradizione e la qualità. Si fanno portavoce dei piccoli comuni e dei borghi, vogliono trasformare in consumo etico la passione per la natura di milioni di persone nel mondo.

«Lo spirito è diffondere il più possibile la conoscenza dell’immenso 29patrimonio naturalistico del nostro Paese, dando spazio, voce e visibilità ai parchi nazionali e a tutte le attività produttive ed economiche che nei parchi vivono» ha spiegato Davide Padroni, Presidente CNA Turismo e Commercio del Piemonte.

Inserito da:

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *