Cannabis sempre più potente, a rischio la salute degli adolescenti

Cannabis sempre più potente, a rischio la salute degli adolescenti

Share

The Lancet | La cannabis è la droga illecita più diffusa utilizzata dagli adolescenti in tutto il mondo. Negli ultimi 40 anni si sono verificati cambiamenti nella sua composizione chimica, soprattutto attraverso l’aumento delle concentrazioni tetraidrocannabiolo (THC), la diminuzione del cannabinolo o la combinazione di entrambi.

Prove epidemiologiche e sperimentali dimostrano che la cannabis con alte concentrazioni di THC e concentrazioni trascurabili di cannabinolo è associata a un più alto rischio di esiti psicotici, a effetti sulla memoria e a una maggiore incidenza dei casi di dipendenza.

Tuttavia, molti studi non sono riusciti ad analizzare il suo consumo nell’adolescenza, l’età in cui tipicamente se ne fa uso e probabilmente l’età più vulnerabile per sperimentare i suoi effetti nocivi.

Nella sua ricerca The Lancet approfondisce l’influenza che il cambiamento dei prodotti a base di cannabis ha sulla salute degli adolescenti e le implicazioni per le politiche e le misure di prevenzione.

Leggi l’approfondimento di The Lancet

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *