La salute degli adulti in Italia

La salute degli adulti in Italia

Share

Fonte Epicentro | Avviato nel 2005 come sperimentazione di metodi utili per la sorveglianza dei fattori comportamentali di rischio e per il monitoraggio dei programmi di prevenzione delle malattie croniche, Passi (Progressi delle aziende sanitarie per la salute in Italia) è un progetto del ministero della Salute e delle Regioni/P.A. che ha l’obiettivo di mettere a disposizione di tutte le Regioni e Aziende sanitarie locali (Asl) del Paese una sorveglianza dell’evoluzione di questi fenomeni nella popolazione adulta. Con una peculiarità unica: tarare questo strumento soprattutto per un utilizzo dei dati a livello locale, direttamente da parte di Asl e Regioni

I dati della sorveglianza Passi nel quadriennio 2015-2018 confermano e mettono ancora una volta in evidenza significative disuguaglianze sociali nella salute degli adulti (18-69 anni), nei comportamenti connessi alla salute (come abitudine al fumo, consumo di alcol, sedentarietà, scarso consumo di frutta e verdura, eccesso ponderale e obesità) ma anche nell’accesso alla prevenzione per la diagnosi precoce dei tumori o l’adesione di misure di sicurezza per la prevenzione di incidenti stradali. Consulta i nuovi dati nazionali Passi 2018 relativi a:

Guadagnare salute

Rischio cardiovascolare

Sicurezza

Programmi di prevenzione individuale

Benessere

Altro

Leggi anche il Primo Piano sul sito dell’Iss dedicato a una lettura trasversale dei dati 2018, nell’ottica delle disuguaglianze sociali nella salute, negli stili di vita e nella prevenzione degli italiani.

FONTE: EPICENTRO ISS

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *