Atterraggio lunare: medicina spaziale e eredità del Progetto Apollo

Atterraggio lunare: medicina spaziale e eredità del Progetto Apollo

Share

Kevin Fong (The Lancet) | Il 20 luglio 1969, dopo 13 minuti di discesa finale, il comandante di Apollo 11 Neil Armstrong e il pilota del modulo lunare Edwin “Buzz” Aldrin fecero il loro primo atterraggio storico sulla superficie della Luna.

La National Aeronautics and Space Administration statunitense stima che tutto sommato abbia coinvolto 400.000 persone coinvolte in questo sforzo.

La forza lavoro del Progetto Apollo aveva lavorato instancabilmente per raggiungere l’obiettivo stabilito dal presidente Kennedy nel 1961, di portare un equipaggio umano sulla superficie della Luna e tornare prima della fine del decennio.

Il progetto Apollo ha visto lo stato dell’arte della scienza, della tecnologia e dell’ingegneria applicata per consentire quella che è stata probabilmente l’impresa più ambiziosa di esplorazione nella storia della nostra specie.

Pubblicato il 20 luglio 2019. Leggi l’articolo su https://doi.org/10.1016/S0140-6736(19)31568-5

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *