Morti sul lavoro: un nuovo drammatico caso nel Pavese

Morti sul lavoro: un nuovo drammatico caso nel Pavese

Share

Quattro persone sono annegate in una vasca di liquami di un’azienda agricola di Arena Po, in provincia di Pavia.

Questa ennesima tragedia sul lavoro che accomuna tristemente titolari e dipendenti di una azienda, ripropone drammaticamente il problema dei morti sul lavoro e più in generale degli incidenti lavorativi.

La prima spiegazione è che occorre fare di più sotto il profilo dei controlli ma anche sulla cultura del rischio. Troppo spesso per risparmiare nei costi, si ometteno manutenzione, controlli e formazione.

Dall’inizio dell’anno sono morti 1012 Lavoratori (compresi i morti sulle strade e in itinere) di questi con i 7 morti di oggi diventano 497 morti sui luoghi di lavoro. Di questi 11 sono morti dal giorno dell’insediamento del nuovo governo del 10 settembre. Di questi 2 sono stati schiacciati dal trattore. 105 sono stati schiacciati dal trattore. 205 morti guidando questo mezzo nei 13 mesi del governo C.S Lega N.B I dieci lavoratori morti nella tragedia aerea in Etiopia non sono conteggiati come morti sui luoghi di lavoro

https://www.facebook.com/osservatorioindipendente/

 

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *