“Oltre i muri”, vent’anni del progetto MurArte

“Oltre i muri”, vent’anni del progetto MurArte

Share

Nei settori della Street Art, della creatività urbana e dell’Arte pubblica la Città di Torino ha maturato nel tempo, a partire dalla fine degli anni ’90, un patrimonio di esperienze, progetti e realizzazioni.

MurArte, avviato nel 1999 per rispondere a richieste provenienti dal mondo giovanile, è stato originariamente orientato all’offerta di spazi pubblici per interventi di libera espressione attraverso le tecniche del graffiti-writing e della street art.

Quest’anno MurArte compie 20 anni.

Per l’occasione, nei giorni 4 e 5 ottobreall’interno di Torino Design of the City, la Città presenterà il convegno ‘Oltre i muri’: un appuntamento con artisti/e, associazioni, amministrazioni cittadine, esperti/e e accademici/he per una riflessione condivisa su graffiti-writing, street art, creatività giovanile, immaginario urbano e politiche pubbliche, tra passato e prospettive future.

La due giorni – a ingresso libero – si svolgerà all’Open Incet e al Polo del 900 e si articolerà in presentazioni plenarie e tavoli di lavoro.

All’Open Incetvenerdì 4 ottobre, dalle ore 15, Marco Giusta, Assessore alle Politiche Giovanili della Città di Torino insieme a rappresentanti di enti, istituzioni, amministrazioni locali università e componenti delle crew storiche italiane introdurrà la tematica di MurArte e, alle ore 16.30, darà il via al Tavolo ‘valori e disvalori dell’arte urbana oggi’.

“MurArte oltre a essere street art è soprattutto un progetto strategico che porta con sé un lavoro volto alla bellezza dei quartieri cittadini e alla trasformazione urbana attraverso esperimenti di arte pubblica che coinvolgono i e le giovani nella valorizzazione degli spazi in cui vivono – spiega Marco Giusta, assessore alle politiche giovanili e periferie della Città di Torino . MurArte è un progetto creativo straordinario. Sono felice di avere l’occasione di rilanciarlo attraverso Torino Design of the City. Obiettivo del convegno, che si terrà venerdì 4 e sabato 5 ottobre, è raccogliere spunti che ci  permettano di fare, con tutte le attrici e gli attori coinvolti a livello nazionale e internazionale, il necessario ‘tagliando’ aggiornando il progetto, ove necessario, per confermare che Torino è una delle capitali europee del muralismo e dell’arte pubblica urbana”.

Alle 18.30, in corso Vigevano 25, si potrà assistere all’intervento collettivo ‘Quercetti jam’. Si tratta di una Graffiti & Urban Art Convention realizzata da artiste e artisti sui muri della Quercetti Spa. La storica azienda di giocattoli presta gratuitamente le pareti della sua Fabbrica (via Cigna, via Pinerolo e Corso Vigevano) per un intervento che riqualifica il quartiere dove risiede da 40 anni.

Gli artisti coinvolti – che lavoreranno a tema libero seguendo uno schema cromatico che alterna colori primari e secondari a voler ricordare una scatola di pennarelli, oggetto presente e iconografico dell’infanzia di tutti – sono: Adam Tempesta; Andrea Casciu; Corn79; Daniele Tozzi; Diego Federico; Guerilla Spam; Howler Monkey Crew; Luca Mustaccioli; Max Petrone; Mrfijodor; Mach505; Riccardo Rizzo; Sheko; Ste Mapu; Vesod e Wat – Mke.

Con piacere aderiamo al progetto MurArte – dichiara Alberto Quercetti, titolare dell’Azienda – prestandoci a un intervento che gioverà a migliorare e colorare un quartiere che si scopre più vivo, anno dopo anno. Gli artisti lavoreranno a tema libero seguendo uno schema cromatico che alterna colori primari e secondari come a voler ricordare una scatola di giocattoli, o meglio di chiodini colorati.”

MurArte, iniziativa pilota adottata successivamente a livello nazionale da diverse Amministrazioni, ha posto le basi per un dialogo tra istituzioni e mondo del graffiti-writing che ha consentito negli anni di promuoverne la professionalizzazione e, al contempo, di dedicare un riconoscimento pubblico a questi linguaggi espressivi, elevando il segno metropolitano muralismo artistico.

Da qui è nata la volontà di sostenere, accompagnare e organizzare eventi (da PicTurin nel 2010 a ToWard2030 nel 2018) che hanno sancito l’evoluzione dall’ambito della libera espressione a quello più prettamente artistico che ha permesso, oltre alla creazione e implementazione di una galleria pubblica a cielo aperto, di puntare alla  valorizzazione del patrimonio esistente e di attrarre i numerosi turisti presenti in città.

Il 5 ottobre, al Polo del 900, le attività avranno inizio alle 9.30 con gli interventi di indirizzo da parte di autorità, esperti/e e rappresentanti di enti e reti nazionali.

Durante tutta la giornata si terranno anche 2 tavoli di lavoro

  • ‘MurArte 1999-2019: il modello Torino confronto con le altre Città, normative, artisti, artiste e istituzioni e sviluppi futuri’ e
  • ‘Street art e neo muralismo: conflitti di interesse in corso. Permanenza e temporaneità. Documentare, conservare, archiviare, istituzionalizzare la street art’.

Sabato 5 ottobre le artiste e gli artisti coinvolti nella Graffiti & Urban Art Convention lavoreranno per portare a termine l’opera iniziata il giorno prima sui muri dell’azienda Quercetti Spa di corso Vigevano 25. 

 www.facebook.com/events/2462378977376784/ – www.comune.torino.it/murarte – www.torinodesigncity.it

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *