Indonesia, carta, moda e abusi sociali

Indonesia, carta, moda e abusi sociali

Share

Fonte Salva le Foreste news@salvaleforeste.it

Un nuovo rapporto rivela che i due giganti indonesiani della carta, Asia Pulp & Paper (APP) e Asia Pacific Resources International Limited (APRIL) sono coinvolti in centinaia di conflitti con le comunità locali. Il rapporto viene pubblicato proprio mentre in Indonesia si intensifica la crisi degli incendi foschia di cui l’impresa cartaria è corresponsabile. Il rapporto è stato pubblicato da una coalizione di organizzazioni indonesiane assieme all’Environmental Paper Network, e rivela come APP e APRIL, tra  più gradi produttori mondiali di carta e derivati, siano coinvolte in centinaia di conflitti con le comunità locali delle le isole indonesiane di Sumatra e Borneo.
I risultati di mesi di investigazioni mostrano che in sole cinque province dell’Indonesia, almeno 107 villaggi o comunità sono in conflitto attivo con le affiliate APP o i suoi fornitori e altri 500 hanno subito impatti dall’impresa.
Questo nuovo rapporto viene pubblicato proprio mentre la APP viene indicata come una delle imprese responsabili dell’attuale crisi di incendi foschia in Indonesia. Già negli anni passati, la APP era stata trovata responsabile della degli incendi boschivi. Singapore ha temporaneamente vietato la vendita dei prodotti APP nel 2015, in seguito a una crisi di incendi e foschia che avrebbe causato la morte prematura di 100.000 persone.
Assieme, APRIL e APP controllano circa l’80 percento della capacità produttiva della polpa indonesiana, ed emettono tanto gas serra dall’ossidazione delle torbiere, quanto un paese industrializzato come la Finlandia 
L’espansione delle piantagioni di legno da cellulosa (acacia o eucalipto) ha avuto impatti sociali enormi sulle comunità locali, tra cui il land-grabbing, la dislocazione delle popolazioni locali – a volte con l’uso di violenza. Sebbene nel 2013 la APP abbia assunto impegni precisi alla risoluzione di tutti questi conflitti sociali, il nuovo rapporto rileva che poco è cambiato.
 Secondo gli autori del rapporto, sia la APP che la APRIL sono ancora lontane dal mantenere i propri impegni alla risoluzione dei conflitti sociali.

Gli impatti dell’industria cartaria indonesiano non si limitano al settore cartario: la crescente industria tessile utilizza sempre più fibre prodotte col legno, da un tipo particolare di cellulosa, che viene convertita in rayon: marchi come Esprit, Zara e Marks & Spencer si riforniscono dalla APRIL attraverso la sua consociata Sateri. E così deforestazione e land grabbing si espandono dalla carta alla moda.

Il rapporto è disponibile online in inglese: Il primo capitolo sulla APP presso questo indirizzo: https://environmentalpaper.org/wp-content/uploads/2019/09/APP-social-conflicts-mapping.pdf

Il secondo capitolo, sulla APRIL è presso questo indirizzohttps://environmentalpaper.org/wp-content/uploads/2019/09/APRIL-social-conflicts-mapping.pdf

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *