Il Salone del Libro ora è in versione notturna

Il Salone del Libro ora è in versione notturna

Share

Federica Carla Crovella

Dopo il successo di SalTo Extra, dal 23 giugno scorso è arrivato SalTo Notte: una versione estiva, notturna e digitale del Salone del Libro, condotta da Nicola Lagioia. 

Fino al 28 luglio, l’appuntamento è ogni martedì, dalle 22.30, su salonelibro.it, oppure in diretta sulla pagina Facebook e sul canale Youtube.

In perfetto stile “Salone del Libro” si parla di cultura, letteratura, musica, arti, editoria e molto altro.

In attesa di riavere il consueto appuntamento con il Salone “in carne ed ossa”, questa nuova versione proporrà tante voci in collegamento da diverse zone d’Italia. Molti incontri saranno ancora a distanza, per continuare a fronteggiare l’emergenza coronavirus, ma non si rinuncerà al senso di comunità e unione tipico del Salone, sotto il segno del sapere, della cultura e, ovviamente, dei libri. L’obiettivo di questo nuovo progetto è proprio continuare a dare spazio alla cultura, mantenendo vivo e costante il contatto tra Il Salone e il pubblico.

La prima tappa martedì scorso da Torino

Il primo appuntamento è stato trasmesso martedì 23 da La Centrale – Nuvola Lavazza a Torino.

Ilaria Capua ha messo in luce che cosa si possa imparare dalla pandemia; ad esempio, rapportarsi in modo più rispettoso con la natura e valorizzare e tutelare la biodiversità. Micheal Pollan e Vanni Santoni sono andati alla scoperta della mente umana; Don Luigi Ciotti ha presentato il libro L‘amore non basta, raccontando il proprio percorso che ha preso le sembianze di un’esperienza collettiva. Rocco Pinto, Sara Lanfranco e Beatrice Dorigo si sono confrontati sul presente e il futuro delle librerie; la filosofa Donatella Di Cesare, autrice di Virus sovrano?, ha presentato il testo e ha messo in luce le disuguaglianze e la crisi sociale e politica portate dalla pandemia. C’è stato spazio anche per la poesia, con la lettura di Marco Pautasso di Ci sono notti che non accadono mai di Alda Merini.

La musica e la poesia avranno un ruolo importante: chiuderanno ogni puntata con la lettura di un componimento poetico e la reinterpretazione di una canzone d’autore.

Prossimi appuntamenti

Dopo la prima tappa a Torino, SalTo Notte attraverserà lo stivale: il prossimo 30 giugno sarà a Napoli, alle Gallerie d’Italia – Palazzo Zevallos Stigliano di Intesa Sanpaolo; poi risalirà e si fermerà a Roma per il 7 luglio, al Teatro India; il 14 luglio sarà a Milano, ancora alle Gallerie d’Italia; il 21 luglio di nuovo nella capitale, alla Libreria Tuba. Gli appuntamenti itineranti del Salone si chiuderanno a Torino, il 28 luglio, alla Biblioteca civica Villa Amoretti.

Complici l’estate e il caldo, potrebbe capitare di trascorrere qualche martedì sera fuori casa, ma il Salone rimane con voi anche dopo la messa in onda; infatti, i video degli interventi saranno disponibili sul sito ufficiale e sul canale YouTube.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *