Adotta un albero con “Piantiamola a Rivalta”

Adotta un albero con “Piantiamola a Rivalta”

Share

Una buona idea non va messa nel cassetto ma, al contrario, va riproposta e magari migliorata. La pensano così in quel di Rivalta, cittadina di 20mila abitanti alle porte di Torino che a poco più di un mese dall’arrivo della primavera ripropone l’iniziativa “Piantiamola a Rivalta”.

Già sperimentato un anno fa con un buon successo, il progetto torna anche quest’anno, ancora una volta rivolto ai cittadini, alle associazioni e alle attività economiche, invitate ad “adottare” sui balconi e nei giardini nuove piante.

Gli alberi a disposizione dei rivaltesi sono 500, tra aceri, camelie, oleandri, magnolie e vari alberi da frutta, già messi a dimora in vivaio e pronti per essere distribuiti.

Come fare per aderire

I rivaltesi per partecipare non dovranno fare altro che scegliere l’albero preferito tra quelli disponibili e contattare il vivaio Il Filo d’Erba. Poi potranno ritirare l’albero scelto (o farselo consegnare a domicilio) e metterlo a dimora. In cambio sarà loro richiesto di sottoscrivere una formale “Dichiarazione d’Impegno” a prendersi cura della pianta.

Chi abita in una casa con giardino o ha un’attività commerciale potranno fino a due piante. I condomìni, potranno richiederne due per ogni scala. I costi per l’acquisto e per l’eventuale trasporto sono a carico del Comune. Insieme alla pianta verrà consegnata anche la sua carta d’identità: caratteristiche, modalità di cura, attenzioni particolari.

L’Ufficio ambiente verificherà con cadenza periodica l’andamento del progetto, effettuando sopralluoghi per verificare lo stato di salute della pianta.

Per una città più verde

La distribuzione degli alberi di “Piantiamola a Rivalta” avviene in concomitanza con l’inizio dei lavori del progetto di Forestazione Urbana della Città Metropolitana di Torino, iniziativa finanziata dal Ministero della transizione ecologica che porterà nei prossimi mesi 2.500 alberi e arbusti a Pasta e lungo il Parco del Sangone.

«L’obiettivo – ha spiegato il sindaco Sergio Muroè espandere il polmone verde della città, facendo capire a tutti che gli alberi, nei viali come nei boschi, sono un investimento in benessere, quasi un’infrastruttura di salute pubblica».

Le piante di “Piantiamola a Rivalta” sono già disponibili per la prenotazione e potranno essere ritirate a partire dalla metà del mese di febbraio. 

Attenzione, però: chi lo scorso anno ha già partecipato al progetto non potrà aderire quest’anno, in modo da dare la possibilità a chi ancora non è riuscito a richiedere la fornitura.

Tutte le info qui Adotta un albero – Edizione 2022 | Comune di Rivalta di Torino

Inserito da:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *