Breaking News
20 agosto 2017 - Barcellona: morto bimbo australiano
20 agosto 2017 - Federscherma: MARZANI VINCE IL BRONZO ALLE UNIVERSIADI DI TAIPEI
20 agosto 2017 - Parolin a Mosca, segno cammino ritrovato
20 agosto 2017 - U.S. national monument review to test key land protection law
20 agosto 2017 - Domenica da "bollino rosso" verso città
20 agosto 2017 - Spacey, i terroristi? perdenti isolati
20 agosto 2017 - Barcellona: zio di Marta, sta reagendo
20 agosto 2017 - Sport: DAVIES FA BIS IN GERMANIA, SUA GARA 2 DAVANTI A REA
20 agosto 2017 - Sport: BLENGINI SCEGLIE CONVOCATI PER EUROPEI IN POLONIA
20 agosto 2017 - Thousands protest in Hong Kong over jailing of democracy activists
20 agosto 2017 - Muore giovane in ospedale: padre, ucciso
20 agosto 2017 - Politica: MUORE IN CODICE ROSSO, LORENZIN INVIA TASK FORCE
20 agosto 2017 - Papa, Dio ci liberi da disumana violenza
20 agosto 2017 - Tunisini tentano sequestro peschereccio
20 agosto 2017 - Vaticano, controlli serrati per Angelus
20 agosto 2017 - Police says one man still sought after Barcelona attacks
20 agosto 2017 - Sport: HALEP IN FINALE CINCINNATI, PUÒ DIVENTARE NUOVA N.1
20 agosto 2017 - Politica: LIBIA, SERRAJ: "UE DEVE AIUTARCI"
20 agosto 2017 - Bankruptcy fight over Oncor to test Warren Buffett's discipline
20 agosto 2017 - 'Spari a Nimes',poi Prefettura smentisce
20 agosto 2017 - U.S. warship Indianapolis found 18,000 feet deep in Pacific Ocean
20 agosto 2017 - U.S. did not detail request for auto rules of origin at NAFTA talks: source
20 agosto 2017 - Unwavering Trump voters say they will not miss Steve Bannon
20 agosto 2017 - Mnuchin tells Yale classmates: Trump does not equate neo-Nazis with peaceful protesters
20 agosto 2017 - Serie A: Verona-Napoli 1-3
SEMPRE MENO ACQUA NEL MONDO

SEMPRE MENO ACQUA NEL MONDO

Share
siccità

Giorgio Diaferia | Caldo, siccità,desertificazione, carenza d’acqua e suo razionamento, sembrano parole vuote, un po’ provocatorie e lontane dalla nostra vita di tutti i giorni.

Purtroppo non è così e con puntuale precisione i climatologi, i geologi ed i meterologi ci ricordano che inesorabilmente la temperatura del nostro Pianeta continua ad aumentare ed i cambiamenti climatici in corso hanno già iniziato a creare disastri ambientali e sociali (le migrazioni per il clima).

Cosa possiamo fare in concreto nel bacino del Mediterraneo, divenuto ormai un mare tropicale? Le recenti siccità mediterranee hanno messo in evidenza le preoccupazioni che il cambiamento climatico possa contribuire all’evoluzione delle tendenze di essiccazione, ma la variabilità del clima naturale nella regione è ancora poco capita.

Analizziamo 900 anni (1100-2012) della variabilità della siccità del Mediterraneo nell’Olda Atlas del Sangue del Vecchio Mondo (OWDA), una ricostruzione spazio-temporale dell’anello di albero dell’indice di severità indefinita di Palmer di autocalibrazione di giugno-luglio-agosto. Nel Mediterraneo, l’OWDA è fortemente correlato con la precipitazione primaverile (aprile-giugno), l’oscillazione del Nord Atlantico (gennaio-aprile), il modello scandinavo (gennaio-marzo) e il modello dell’Atlantico orientale (aprile-giugno).  

La variabilità della droga mostra una significativa coerenza est-ovest nel bacino sui tempi multidirezionali a centenari e l’antifasco nord-sud nel Mediterraneo orientale, con tendenza ad anomalie umide nella regione del Mar Nero (ad esempio, Grecia, Anatolia e Balcani) Libia, il Levante meridionale e il Medio Oriente sono asciutti, forse legati all’oscillazione del Nord Atlantico.

Le recenti siccità sono centrate nel Mediterraneo occidentale, in Grecia e nel Levante. Gli eventi di grandezza simile nel Mediterraneo occidentale e in Grecia si verificano nell’OWDA, ma la recente siccità di 15 anni nel Levante (1998-2012) è la più netta nel record.

La stima delle incertezze utilizzando un approccio di riesaminamento fa concludere che esiste un rischio dell’89% che questa siccità sia più secca di qualsiasi periodo comparabile degli ultimi 900 anni e un rischio del 98% che sia più secco degli ultimi 500 anni. Questi risultati confermano la natura eccezionale di questa siccità rispetto alla variabilità naturale nei secoli recenti, coerente con studi che hanno trovato prove di essiccazione antropogenicamente forzata nella regione.

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *