Breaking News
20 novembre 2017 - Draghi, soluzione Npl no solo per nuovi
20 novembre 2017 - Draghi, ripresa solida
20 novembre 2017 - Coco, un ponte per superare divisioni
20 novembre 2017 - Steinmeier ai partiti, formate governo
20 novembre 2017 - Spd esclude Grosse Koalition con Merkel
20 novembre 2017 - 'Accordo Mugabe-militari su dimissioni'
20 novembre 2017 - Manovra: Tajani, tassare giganti del web
20 novembre 2017 - Figc, Tavecchio si è dimesso
20 novembre 2017 - Marito e moglie trovati sgozzati
20 novembre 2017 - Pisapia, premier condiviso e dopo urne
20 novembre 2017 - Orlando, Mdp vuol parlare? Meglio adesso
20 novembre 2017 - U.S. marine accused of drunk driving after Japanese man dies in crash
20 novembre 2017 - Regione Basilicata: PRESENTATO NUOVO PIANO MITIGAZIONE DISSESTO IDROGEOLOGICO
20 novembre 2017 - Fassino: non mi rassegno a no di Bersani
20 novembre 2017 - Zimbabwe's ZANU-PF sets Mugabe impeachment ball rolling
20 novembre 2017 - Turchia: 945 arresti per terrorismo
20 novembre 2017 - Riina: nulla osta trasferimento salma
20 novembre 2017 - Libano: media, Hariri domani al Cairo
20 novembre 2017 - Ema: Malta e Zagabria si ritirano
20 novembre 2017 - Soros says Hungarian government lying in attacks against him
20 novembre 2017 - Justice League debutta in vetta Cinetel
20 novembre 2017 - Politica: GENTILONI "ITALIA TORNATA A CRESCERE"
20 novembre 2017 - Putin plan to rejuvenate Russian politics makes slow progress
20 novembre 2017 - Sport: ROSSI "RITIRO MI SPAVENTA, MOTOGP TUTTA LA MIA VITA"
20 novembre 2017 - Gentiloni, fuori da Eurozona no praterie
Campagna Amiat contro abbandono deiezioni canine | Manifesti e slogan per i padroni dei cani

Campagna Amiat contro abbandono deiezioni canine | Manifesti e slogan per i padroni dei cani

Share

Raccoglierla non sarà un piacere, ma pestarla è molto peggio!”. Con questo slogan Amiat – Gruppo Iren, in collaborazione con la Città di Torino, ha scelto di riportare l’attenzione sul problema dell’abbandono delle deiezioni canine.

Parte in questi giorni la campagna di comunicazione che la società ha promosso per richiamare i padroni degli animali a quattro zampe ad un comportamento semplice quanto fondamentale per permettere a tutta la comunità di vivere in una città pulita: raccogliere le deiezioni del proprio cane.

Il visual scelto è un fumetto spiritoso, con una ce che, lasciato il proprio “ricordino”,  viene condotto via dal proprio padrone, proprio ad evidenziare che la negligenza è solo dell’uomo, non di certo dell’incolpevole animale. Il linguaggio è spiritoso e vuole far sorridere, lanciando tuttavia un messaggio serio su un tema molto sentito dalla cittadinanza.

La campagna si articola su diversi media, una diversificazione dettata dalla volontà di raggiungere il target più ampio possibile, cioè tutti i padroni di cani che vivono a Torino: nei primi 20 giorni di luglio, infatti, il messaggio apparirà con spazi dedicati sui principali quotidiani torinesi e nella affissioni interne degli autobus in servizio su 50 linee cittadine.

Per coinvolgere specificamente i destinatari primari della campagna, cioè i padroni dei cani, sono state prodotte card e locandine che saranno distribuite gratuitamente in un centinaio di negozi di articoli per animali e nei punti informativi della Città (tra cui Circoscrizioni e biblioteche civiche).

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *