Breaking News
25 luglio 2017 - Senate panel compels former Trump aide to attend Russia hearing
25 luglio 2017 - U.S. says progress with China on N.Korea U.N. sanctions, true test is Russia
25 luglio 2017 - Migranti: task force Ue per l'Italia
25 luglio 2017 - Fincantieri risponda a Francia su Stx
25 luglio 2017 - Giudice, stop vendita disco Roger Waters
25 luglio 2017 - de Magistris,mafie a Roma ci sono eccome
25 luglio 2017 - Appeals court blocks D.C. law restricting gun rights
25 luglio 2017 - Venezia, maxi sanzioni violazioni decoro
25 luglio 2017 - Sessions' allies say Trump using Twitter attacks to force resignation
25 luglio 2017 - Libia: al-Sarraj domani a Roma
25 luglio 2017 - Libia: Macron, grandi progressi per pace
25 luglio 2017 - Allarme Rgs, pensioni salgono su Pil
25 luglio 2017 - Richetti, interventi solo su vitalizi
25 luglio 2017 - Republican Senate leader to hold healthcare vote within hours
25 luglio 2017 - Mondiali scherma, sciabolatrici d'oro
25 luglio 2017 - Mondiali nuoto,Quadarella bronzo 1500 sl
25 luglio 2017 - Castelfusano: Raggi, serve aiuto governo
25 luglio 2017 - Corte appello, ridare beni a Diotallevi
25 luglio 2017 - 'Sesso con Carlo', gli audio di Lady D
25 luglio 2017 - Borsa: Milano chiude a +0,61%
25 luglio 2017 - Turchia: Ue, preoccupano gli arresti
25 luglio 2017 - Mediaset: Galliani presidente Premium
25 luglio 2017 - House panel wants Google, Facebook, AT&T CEOs to testify on internet rules
25 luglio 2017 - Expo: difesa Sala, pg ha travisato fatti
25 luglio 2017 - Fmi, Italia approfitti della ripresa
Campagna Amiat contro abbandono deiezioni canine | Manifesti e slogan per i padroni dei cani

Campagna Amiat contro abbandono deiezioni canine | Manifesti e slogan per i padroni dei cani

Share

Raccoglierla non sarà un piacere, ma pestarla è molto peggio!”. Con questo slogan Amiat – Gruppo Iren, in collaborazione con la Città di Torino, ha scelto di riportare l’attenzione sul problema dell’abbandono delle deiezioni canine.

Parte in questi giorni la campagna di comunicazione che la società ha promosso per richiamare i padroni degli animali a quattro zampe ad un comportamento semplice quanto fondamentale per permettere a tutta la comunità di vivere in una città pulita: raccogliere le deiezioni del proprio cane.

Il visual scelto è un fumetto spiritoso, con una ce che, lasciato il proprio “ricordino”,  viene condotto via dal proprio padrone, proprio ad evidenziare che la negligenza è solo dell’uomo, non di certo dell’incolpevole animale. Il linguaggio è spiritoso e vuole far sorridere, lanciando tuttavia un messaggio serio su un tema molto sentito dalla cittadinanza.

La campagna si articola su diversi media, una diversificazione dettata dalla volontà di raggiungere il target più ampio possibile, cioè tutti i padroni di cani che vivono a Torino: nei primi 20 giorni di luglio, infatti, il messaggio apparirà con spazi dedicati sui principali quotidiani torinesi e nella affissioni interne degli autobus in servizio su 50 linee cittadine.

Per coinvolgere specificamente i destinatari primari della campagna, cioè i padroni dei cani, sono state prodotte card e locandine che saranno distribuite gratuitamente in un centinaio di negozi di articoli per animali e nei punti informativi della Città (tra cui Circoscrizioni e biblioteche civiche).

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *