Breaking News
20 agosto 2017 - Barcellona: morto bimbo australiano
20 agosto 2017 - Federscherma: MARZANI VINCE IL BRONZO ALLE UNIVERSIADI DI TAIPEI
20 agosto 2017 - Parolin a Mosca, segno cammino ritrovato
20 agosto 2017 - U.S. national monument review to test key land protection law
20 agosto 2017 - Domenica da "bollino rosso" verso città
20 agosto 2017 - Spacey, i terroristi? perdenti isolati
20 agosto 2017 - Barcellona: zio di Marta, sta reagendo
20 agosto 2017 - Sport: DAVIES FA BIS IN GERMANIA, SUA GARA 2 DAVANTI A REA
20 agosto 2017 - Sport: BLENGINI SCEGLIE CONVOCATI PER EUROPEI IN POLONIA
20 agosto 2017 - Thousands protest in Hong Kong over jailing of democracy activists
20 agosto 2017 - Muore giovane in ospedale: padre, ucciso
20 agosto 2017 - Politica: MUORE IN CODICE ROSSO, LORENZIN INVIA TASK FORCE
20 agosto 2017 - Papa, Dio ci liberi da disumana violenza
20 agosto 2017 - Tunisini tentano sequestro peschereccio
20 agosto 2017 - Vaticano, controlli serrati per Angelus
20 agosto 2017 - Police says one man still sought after Barcelona attacks
20 agosto 2017 - Sport: HALEP IN FINALE CINCINNATI, PUÒ DIVENTARE NUOVA N.1
20 agosto 2017 - Politica: LIBIA, SERRAJ: "UE DEVE AIUTARCI"
20 agosto 2017 - Bankruptcy fight over Oncor to test Warren Buffett's discipline
20 agosto 2017 - 'Spari a Nimes',poi Prefettura smentisce
20 agosto 2017 - U.S. warship Indianapolis found 18,000 feet deep in Pacific Ocean
20 agosto 2017 - U.S. did not detail request for auto rules of origin at NAFTA talks: source
20 agosto 2017 - Unwavering Trump voters say they will not miss Steve Bannon
20 agosto 2017 - Mnuchin tells Yale classmates: Trump does not equate neo-Nazis with peaceful protesters
20 agosto 2017 - Serie A: Verona-Napoli 1-3
Facciamo acqua da tutte le parti

Facciamo acqua da tutte le parti

Share

Giorgio Diaferia | Mentre si discute sul razionamento o meno dell’acqua e sui cambiamenti climatici che imporranno la necessità di una sempre maggiore limitazione allo spreco ed all’uso allegro, nei paesi industrializzati e dell’OCSE, arrivano dei dati a dir poco disastrosi sulla rete idrica italiana. Dati arcinoti ma ignorati. Non due ma tante “Italie” diverse e divise a seconda della proprietà pubblica, mista o privata dell’acqua stessa.

Intanto si ragiona anche sui rischi per la nostra salute legati alla chiusura delle fontanelle in città. Nel 2015 è andato disperso il 38,2% dell’acqua potabile immessa nelle reti di distribuzione, con un peggioramento rispetto al 2012, quando era il 35,6% (Istat, Focus 2017), con perdite del 26% al Nord, del 46% al Centro e del 45% al Sud (Utilitalia-2017). E non c’è da stupirsi visto che il 22% delle condotte ha più di 50 anni e un altro 36% ne ha fra 31 e 50 (Autorità per l’Energia Elettrica, il Gas e i Servizi Idrici).

Il fabbisogno finanziario pianificato del comparto idrico dal 2016 al 2019 è stato stimato in 12,7 miliardi (Relazione annuale dell’Autorità EEGSI, 2017 citata) il 19% destinato alla distribuzione, il 25% alle fognature e il 28% alla depurazione, il resto per altre voci – pari a 3,2 miliardi annui. L’importo medio annuo è significativo per le fognature e la depurazione anche perché l’Italia sta affrontando procedure di infrazione europee in queste materie e cerca di evitare di arrivare alle condanne e alle sanzioni. Il 19% del fabbisogno per la distribuzione (circa 600 milioni annui) è invece insufficiente.

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *