Breaking News
20 agosto 2017 - Barcellona: morto bimbo australiano
20 agosto 2017 - Federscherma: MARZANI VINCE IL BRONZO ALLE UNIVERSIADI DI TAIPEI
20 agosto 2017 - Parolin a Mosca, segno cammino ritrovato
20 agosto 2017 - U.S. national monument review to test key land protection law
20 agosto 2017 - Domenica da "bollino rosso" verso città
20 agosto 2017 - Spacey, i terroristi? perdenti isolati
20 agosto 2017 - Barcellona: zio di Marta, sta reagendo
20 agosto 2017 - Sport: DAVIES FA BIS IN GERMANIA, SUA GARA 2 DAVANTI A REA
20 agosto 2017 - Sport: BLENGINI SCEGLIE CONVOCATI PER EUROPEI IN POLONIA
20 agosto 2017 - Thousands protest in Hong Kong over jailing of democracy activists
20 agosto 2017 - Muore giovane in ospedale: padre, ucciso
20 agosto 2017 - Politica: MUORE IN CODICE ROSSO, LORENZIN INVIA TASK FORCE
20 agosto 2017 - Papa, Dio ci liberi da disumana violenza
20 agosto 2017 - Tunisini tentano sequestro peschereccio
20 agosto 2017 - Vaticano, controlli serrati per Angelus
20 agosto 2017 - Police says one man still sought after Barcelona attacks
20 agosto 2017 - Sport: HALEP IN FINALE CINCINNATI, PUÒ DIVENTARE NUOVA N.1
20 agosto 2017 - Politica: LIBIA, SERRAJ: "UE DEVE AIUTARCI"
20 agosto 2017 - Bankruptcy fight over Oncor to test Warren Buffett's discipline
20 agosto 2017 - 'Spari a Nimes',poi Prefettura smentisce
20 agosto 2017 - U.S. warship Indianapolis found 18,000 feet deep in Pacific Ocean
20 agosto 2017 - U.S. did not detail request for auto rules of origin at NAFTA talks: source
20 agosto 2017 - Unwavering Trump voters say they will not miss Steve Bannon
20 agosto 2017 - Mnuchin tells Yale classmates: Trump does not equate neo-Nazis with peaceful protesters
20 agosto 2017 - Serie A: Verona-Napoli 1-3
Fulgide scoperte: Palazzo Calai

Fulgide scoperte: Palazzo Calai

Share

Antonella Frontani | Foto di Daniele Amoni

Si procede alla rettifica dell’articolo in seguito alla segnalazione di alcune imprecisioni.

‘El cuore di Gualdo Tadino, cittadina umbra arroccata sugli Appennini Tadinati, una mostra di artisti contemporanei porta alla luce un incantevole palazzo del XIII secolo.

Nei pressi di Gualdo Tadino, precisamente nella frazione di Gaifana, ho trovato le condizioni ideali per dare corpo alla mia scrittura, avvolta dalle colline del Perugino, stordita dal profumo della ginestra che cresce selvatica lungo le strade, all’ombra di ulivi secolari.

Gualdo, antica Tadinum citata da Plinio il Vecchio nella sua Naturalis Historia, è il luogo che mi ha accolto fin da bambina, convinta di  conoscerne ogni angolo.

Mi sbagliavo. Grazie all’iniziativa dell’associazione culturale Clip up your mind, che ha organizzato Express yourself, temporaneo contenitore artistico, ho potuto godere di una scoperta mozzafiato: Palazzo Calai Marioni Maravelli Druda.

Un luogo di incredibile fascino, costruito nel cuore della cittadina alla fine del XIII secolo, trasformato in residenza signorile in pieno Rinascimento, diventando anche sede dell’ente ospedaliero “San Lazzaro” fino agli albori del Novecento. Arricchito  di splendidi affreschi a tempera ad opera di Bartolomeo Pinelli e degli artisti della sua scuola, Palazzo Calai diventa lo scrigno di pitture dal gusto neoclassico e ogni parete regala meravigliose scene della mitologia romana.

Visitando le stanze signorili che accolgono la cappella di famiglia ricca di scene de La Passione, lo studiolo che raffigura uomini illustri e la sala che riproduce un loggiato fiorito affacciato su una grande terrazza, il cuore sembra fermarsi per un attimo. Sembra di immaginare il passato che ha lasciato il suo segno in quelle stanze e, d’un tratto,  il viaggio a ritroso diventa immediato e totale.

Per stabilire un solido rapporto con il presente e la città di Gualdo, una mostra di opere contemporanee campeggia nei piani nobili. Sette artisti gualdesi hanno ottenuto accesso e ospitalità nella cornice del tempo alloggiando le proprie opere nelle stanze più rappresentative. Stefano Zenobi, Danilo Passeri, Maurizio Tittarelli, Monia Gubbini, Saverio Pititto, Chiara Demegni e Maurizio Biscontini hanno esposto opere di ceramica, pittura, tessuti e immagini che hanno arricchito la bellezza del luogo con un allestimento discreto, privo di orpelli e didascalie, quasi nel totale rispetto della bellezza indiscutibile del palazzo perché solo l’arte sa essere rispettosa dell’arte stessa

Monsignor Roberto Calai, illustre rappresentante di una famiglia di benefattori, tanto fece per la Città di Gualdo cui lasciò un ospedale, la farmacia e i più importanti interventi di ristrutturazione della Cattedrale di San Benedetto. Il palazzo è pieno delle tracce del suo passaggio e degli stemmi di famiglia.

Oggi i due unici eredi stanno provvedendo alla ristrutturazione di questo incantevole luogo messo in sicurezza dopo gli sfregi del terremoto del 1997 e ognuno dei visitatori che ha varcato le stanze di Palazzo Calai ha sognato un lieto fine immaginando di restituirlo alla sua antica bellezza.

 

E’ stato Dario Gubbini, con la sua associazione Clip up you mind, a compiere un piccolo miracolo organizzando la mostra in una location tanto affascinante,

 

Inserito da:

Giorgio Diaferia

Medico specialista in Medicina Fisica e Riabilitazione,è direttore Sanitario del Centro di Medicina Preventiva e dello Sport del SUISM-Università di Torino. E' docente a contratto in Medicina dello Sport Università di Torino. Dirige lo Stabilimento di Cure Fisiche del CMP e dello Sport del SUISM-UniTo E' medico di medicina generale e giornalista pubblicista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *