Referendum, pregi limiti e dubbi della riforma

Referendum, pregi limiti e dubbi della riforma

Share

Jacopo Bianchi | VIDEO | Divisi fino alla fine. Si presenta così la sinistra torinese all’appuntamento con il referendum del 4 dicembre. Divisi perché è la riforma della Costituzione a non convincere fino in fondo, soprattutto le anime del Partito Democratico, di oggi e di ieri. Una frattura testimoniata anche dal confronto tra Stefano Esposito e Giuseppe La Ganga, invitati allo stesso tavolo dall’Associazione Torino Viva per provare a spiegare i contenuti della legge di riforma. Due ore di faccia-a-faccia su metodo e merito del referendum, tra occasioni mancate negli anni della Prima Repubblica e scelte comunque da fare.

Inserito da:

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *