NewsLetter
Ecograffi News
Di Redazione   
AddThis Social Bookmark Button

Gentile lettrice e caro lettore,
con la puntata di Marco Polo di martedì 28 luglio si è chiusa la stagione 2014-2015 delle produzioini televisive e radiofoniche curate dalla redazione di EcoGraffi.it.

I programmi ANTROPOS, FOCUS e BENEITALIA riprenderanno nel mese di settembre sul ch 11 del DgT e in streaming su www.quartarete.tvMARCO POLO sarà nuovamente online nella seconda metà di settembre su www.radio.ldc95.it. Anche PAPRIKA riprenderà dopo la pausa estiva su www.radiobandalarga.it

Buone vacanze a tutti i nostri lettori!

 

 
Archivio Antropos
carico...
Focus
carico...
EcoGraffi TV
carico...

Torino: nuovo capitolo sulla terra dei fuochi

AddThis Social Bookmark Button

Anche alle  porte di Torino esiste una terra dei fuochi. È quanto emerso da un controllo della Guardia di Finanza nel comune di San Gillio.

Una discarica a cielo aperto, che copre un terreno di 5000 mq: è il risultato dell'accumulo di 450 tonnellate di rifiuti pericolosi ad opera di una ditta di stampaggio chiusa nel 2006. Quel che è peggio è che tra i rifiuti abbandonati nella più totale incuranza pare ci siano 12 tonnellate di fibra di amianto e 6000 kg di prodotti chimici da decontaminare.

Leggi tutto...

 

Le piante prima delle pillole

AddThis Social Bookmark Button

Lo specialista e praticante dell'ayurveda, Sebastian Pole, di Pukka Herbs analizza il ruolo delle piante nella storia della medicina e riflette su come la loro combinazione con i cibi naturali sia un elemento essenziale per la nostra salute. Con la diffusione su larga scala di disturbi della salute è tempo di avere un approccio maggiormente olistico per la nostra salute. 

Viviamo in un'epoca in cui la visione meccanicistica del mondo che ha dominato negli ultimi secoli è costantemente mostrata come un'inadeguata interpretazione della natura interdipendente della vita. Siccome questa ideologia ha influenzato il nostro modo di coltivare gli alimenti, nutrire gli animali, crescere i nostri figli, risanare la società in cui viviamo e prenderci cura del pianeta, abbiamo ampiamente dimenticato quanto sia fondamentale la rete in termini di vita. Le piante occupano un ruolo importante in questo misterioso gioco chiamato vita, fornendoci, in un modo o nell'altro, vestiti, rifugio, cibo e medicine. Vale la pena riflettere su questo legame di reciproco beneficio tra pianta e uomo e in che modo la rete della vita possa contribuire a migliorare il nostro futuro. 

Per leggere l'articolo clicca qui

 

Un Nobel per Khaled Asaad

AddThis Social Bookmark Button

Khaled Asaad è stato ucciso dagli jihadisti dello Stato islamico. È stato decapitato perché si è rifiutato di rivelare i luoghi dove erar riuscito a nascondere importanti reperti dell'area archeologica di Palmira, prima che la città siriana venisse occupata dall'Isis. Asaad era il direttore del sito archeologico di Palmira. Oggi parte di quel sito non esiste più: i militanti dello stato islamico lo hanno distrutto con gli esplosivi. Difendere la cultura vuol dire difendere la pace. Khaled Asaad, suo malgrado, è un eroe di cui il mondo ha parlato e parla poco. Ma sulla piattaforma change.org è on line la petizione per chiedere che Asaad venga candidato al premio Nobel per la Pace. Firma anche tu.

 

Kenya, una guida di turismo responsabile

AddThis Social Bookmark Button



Alla scoperta dell'altra faccia del Kenya, lontano dalla costa e dai resort di lusso, immersi nella Rift Valley tra le contee di Nakuru e Baringo. È l'itinerario che propone Kenya. Una guida di turismo responsabile scritto da Duccio Facchini per Altreconomia edizioni. Centoventi pagine per conoscere territori e popoli raramente toccati dai flussi turistici e dai pacchetti all-inclusive delle agenzie di viaggio occidentali: dai 2.700 metri della foresta pluviale di Mau al lago Baringo, dalla savana di Menegai alla riserva di Crescent Island al lago Salato di Bogoria con la sua immensa popolazione di fenicotteri rosa. La guida fa parte del progetto Economie locali e tutela delle biodiversità realizzato in Kenya da Mani Tese, Slow Food, WWF Italia, Necofa, Slow Food Kenya e sostenuto da Regione Lombardia e Fondazione Cariplo. Proprio le popolazioni locali sono protagoniste di alcuni progetti di cooperazione internazionale a sostegno del turismo responsabile e della tutela della biodiversità: tra gli itinerari proposti c'è la possibilità di incontrare la comunità degli Ogiek, popolazione delle montagne che produce un miele d'altura dichiarato presidio da Slow Food. Un viaggio “fai da te” in un Kenya insolito pensato da Viaggi e Miraggi, cooperativa sociale-tour operator nata alla fine degli anni Novanta che ha fornito una consulenza in ambito turistico ai protagonisti del progetto, supportando l'agenzia Terra Madre.

Kenya. Una guida di turismo responsabile di Duccio Facchini, edizioni Altraeconomia, 128 pagine, €12.50

 

 

ERBE IN NOSTRO AIUTO IL MELOGRANO

AddThis Social Bookmark Button

Le erbe come valido rimedio per i mali di stagione e per mantenersi in forma. Servizio a cura di Francesca Diaferia.

 

#COP21: non distruggiamo il clima con il nucleare!

AddThis Social Bookmark Button

L'energia nucleare è una fallace tecnologia che non è mai stata né sicura, né conveniente  e non ha mai davvero ridotto le emissioni di carbone, scrive Peer de Rijk. Ma questo non ha fatto desistere i lobbisti del nucleare di tutto il mondo dal presenziare al COP21 di Parigi, determinati ad assicurarsi un spazio destinato al nucleare tra le "soluzioni" da proporre per contrastare il cambiamento climatico. Dobbiamo assicurarci che non ottengano il loro scopo. 
Nonostante il declino del nucleare nel mondo, i leaders dell'industria nucleare e i loro alleati politici e mediatici stanno cercando di affermare l'idea che questa tecnologia sia una soluzione appropriata e indispensabile al fine di combattere il cambiamento climatico. Ma quello che dimenticano è che combattere contro il cambiamento climatico è una corsa contro il tempo. Per mantenere un margine di "sicurezza climatica", le emissioni a livello mondiale dovrebbero raggiungere il loro picco entro 5 anni prima che diminuiscano drasticamente. In accordo con IEA (International Energy Agency) le emissioni di gas serra potrebbero essere ridotte solo del 9%, anche se un nuovo reattore nucleare facesse un ciclo completo settimanale per i prossimi 15 anni!


(Traduzione di Cristina Colet)

Per leggere l'articolo completo: clicca qui

 

Linfedema da curare

AddThis Social Bookmark Button

Parliamo di linfedema con Marilina Piacibello di Flo-Flebolinfo ortopedia del gruppo Vialis. Servizio a cura di Cristina Colet.



 

Fukushima: migliaia di morti e ancora altrettanti ne moriranno

AddThis Social Bookmark Button

Le nuove testimonianze da Fukushima dimostrano che oltre 2000 persone sono morte in seguito ai necessari sgomberi e che più di 5000 moriranno di cancro, scrive Ian Fairlie. Le prossime valutazioni sulle vittime del disastro nucleare dovranno includere anche le morti per malattie in seguito ad evacuazione indotta e i suicidi in seguito all'esposizione diretta alle radiazioni.

"Il disastro di Fukushima è ancora in atto e i suoi effetti si protrarranno ancora a lungo...oltre 2000 giapponesi sono morti a causa delle evacuazioni e oltre 5000 moriranno di cancro".
I dati ufficiali da Fukushima stimano oltre 2000 morti per gli effetti delle evacuazioni necessarie a evitare l'alto rischio per l'esposizione alle radiazioni. Lo sradicamento dal territorio, l'interruzione dei rapporti famigliari, la mancanza di una rete di supporto sociale, lo sfinimento, il caos, le pessime condizioni fisiche e un senso di smarrimento hanno prodotto degli effetti su molte persone, in particolare anziani che sono morti. (traduzione a cura di Cristina Colet)


Per leggere l'intero articolo: clicca qui

 

Asja Un Mondo di Energia in Piemonte

AddThis Social Bookmark Button

Conosciamo l'ASJIA e scopriamo insieme di cosa si occupa. Servizio a cura di Francesca Diaferia.

 

L'Italia ha 20 nuovi direttori museali, ma è già polemica

AddThis Social Bookmark Button

È polemica sulla scelta dei nuovi direttori dei principali musei italiani, voluta dal ministro Franceschini. Tra i 20 nuovi dirigenti 7, infatti, sono stranieri. Dalla carta stampata ai social si apre il dibattito, c'è chi parla di "atto politico pericoloso" che Franceschini pagherà, chi ancora rilancia accusando il ministro della cultura di "pressapochismo", quello che è certo è che l'Italia non è il primo paese a prendere simili provvedimenti. Molti di coloro che rientrano oggi a ricoprire questo ruolo hanno svolto una simile mansione negli Stati Uniti, in Inghilterra o in Francia.

Leggi tutto...

 

COP21 è il Summit sul clima della "non speranza"

AddThis Social Bookmark Button

Se credete che il Summit sul clima che si terrà a Parigi risolva la questione mondiale sul clima ne resterete delusi, ha scritto Alex Scrivener. Per i governi il clima è di secondaria importanza rispetto ai grandi temi, quali la fine della crescita economica e l'aumento incessante del profitto. Ma gli attivisti possono comunque fare molto affinché politici, uomini d'affari e investitori compiano azioni significative. 

Gli effetti del cambiamento climatico stanno colpendo le popolazioni più povere e va fermato.
Le responsabilità della crisi climatica sono dei ricchi, il cui consumo e avidità ci hanno condotto sull'orlo del baratro, tanto da renderlo un problema di giustizia economico-sociale. (Traduzione di Cristina Colet)

Per leggere l'intero articolo clicca qui

 

Linfedema. Tutto quello che dovete sapere

AddThis Social Bookmark Button

Cos'è il linfedema? Ce ne parla Marilina Piacibello di Flo-Flebolinfo ortopedia del gruppo Vialis. Servizio a cura di Francesca Diaferia.


 

DAL CIBO AI SIMULATORI DI VOLO, DIETRO LE QUINTE DELLA COMPAGNIA PIU’ AMATA D’EUROPA

AddThis Social Bookmark Button



Per il quinto anno consecutivo Turkish Airlines è stata premiata come migliore compagnia d'Europa agli Skytrax World Airline Awards, prestigioso riconoscimento assegnato a Parigi sulla base del giudizio di 13 milioni di passeggeri. Inoltre il vettore aereo, settimo al mondo per numero di passeggeri internazionali, primo per quantità di collegamenti, si è aggiudicato il premio per la “Migliore Business Class Lounge”, quella di Istanbul, di recente rinnovata e ampliata con nuovi servizi come il giardino del thé, i lettini per i massaggi e il simulatore di golf. Anche nel catering, a bordo degli aerei e a terra, la compagnia di bandiera turca eccelle, come dimostrano i numerosi attestati alla qualità dei pasti in Business class e in Economy ricevuti negli ultimi anni. Una strategia che evidentemente paga se si pensa che tra il 2004 e il 2014 Turkish Airlines è cresciuta a ritmi esponenziali e nel 2015 conta di trasportare 63 milioni di persone, diventando la tredicesima aviolinea al mondo. Oggi la regina dei cieli del Vecchio Continente opera in 10 città italiane: Milano, Roma, Venezia, Bologna, Torino, Genova, Napoli, Catania, Pisa e Bari e unisce 274 destinazioni in 110 Paesi. Ma ha in programma di espandersi ancora in futuro.

Accompagnata da Cem Sahir Islam, Regional Manager per il Piemonte e la Valle d'Aosta, ho avuto la possibilità di scoprire il dietro le quinte della compagnia più amata d’Europa. Il tour è iniziato dal quartier generale di Istanbul ed è proseguito con il centro cottura dei cibi gestito dalla partecipata Turkish DO&CO: un’enorme cucina che sforna a ciclo continuo 200 mila succulenti pasti ogni giorno, destinati a mille aerei.


Leggi tutto...

 

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 118

PAPRIKA
Sigarette elettroniche contro il fumo di tabacco?
Di Giorgio Diaferia   
AddThis Social Bookmark Button

Un nuovo recente studio sui danni alla salute da fumo di tabacco e quello da sigaretta elettronica o e-sigaretta dimostrerebbe un danno alla salute del 95% in meno di queste ultime. Non vi è ormai dubbio che il tabacco sia un killer per il nostro organismo minando oltre che il sistema polmonare anche l'apparato cardio-cerebrovascolare, quello digerente e diversi altri distretti tra cui quello endocrino. I risultati del lavoro pubblicato sono tuttavia deboli poichè finanziato da una società privata che vende e-sigarette. Lo studio è stato finanziato dalla Euroswiss Salute e Lega Italiana Anti Fumo (LIAF). Riccardo Polosa, uno degli autori della carta Nutt gli autori, è il Chief Scientific Advisor per LIAF. La conclusione del rapporto PHE( sanità pubblica in Inghilterra) è un giudizio basato su due riferimenti a partire dal 2014. Uno è un rapporto briefing gruppo parlamentare britannico All-Party on Farmacia. L'altro è stato un articolo di David Nutt e colleghi pubblicato su Addiction europeo della ricerca. Fumare fa male, ma certamente il fumo di e-sigaretta sembra, non sappiamo percentualmente con certezza quanto, decisamente meno pericoloso. Gli studi devono però ancora proseguire ed in modo indipendente.

 
Seguici nei social network
Cerca nel sito
Spot
Shinystat