Allarme insetti, arriva dal Giappone l'Attila di piante e fiori

AddThis Social Bookmark Button

E' un coleottero infestante già diffuso in molti paesi europei e negli Usa. E' sbarcata anche una mosca che attacca i mirtilli. Il  problema nasce dall'embargo russo. Allarme in Piemonte e Lombardia

Allarme insetti, arriva dal Giappone l'Attila di piante e fiori
La popillia japonica, coleottero del Sol Levante


Nuove presenze minacciano l'agricoltura e l'ecosistema in Piemonte e Lombardia. E molti di questi "alien" hanno gli occhi a mandorla. Come una mosca che si nutre di piccoli frutti, in particolare i mirtilli, privandoli dei suoi succhi e di fatto rendendo invendibile il prodotto. "Per fortuna - ridimensiona l'allarme Coldiretti Piemonte - si tratta di episodi ancora limitati. Alcuni di questi insetti arrivano con le sementi. Al momento la situazione ci preoccupa, la stiamo monitorando, ma non si può ancora parlare di danni rilevanti. L'embargo della Russia avrà però delle conseguenze negative per l'Europa occidentale. Saremo infatti noi a recepire tutte quelle derrate alimentari destinate ai Paesi dell'Est. E con quelle derrate c'è il rischio che arrivino anche muffe e infezioni. A questo punto o l'Europa intensifica i controlli alla frontiere o rischiamo di diventare il ricettacolo di tutta una serie di ospiti indesiderati".

 

 

Earth Overshoot Day, da oggi consumiamo più risorse di quante ne produciamo

AddThis Social Bookmark Button

Ci vorrebbero un pianeta e mezzo ogni anno per rinnovare le risorse impiegate: "Di questo passo prima della metà di questo secolo bruceremo beni e servizi per i quali serviranno 2 pianeti"

Earth Overshoot Day, da oggi consumiamo più risorse di quante ne produciamo

 

Ogni anno intorno alla metà di agosto suona il campanello d’allarme di Global Footprint Network, l’associazione che stima il giorno in cui finiamo le risorse ecologiche prodotte per l’anno intero, rappresentata in Italia per questa campagna da Rete civica italiana. Ed è oggi, 19 agosto, l’Earth Overshoot Day, il giorno in cui il fabbisogno umano di risorse eccede la capacità rigenerativa del pianeta: in otto mesi abbiamo consumato tutti i beni “a disposizione”, quindi da oggi fino alla fine dell’anno stiamo consumando oltre quanto ci potremmo permettere. Secondo i calcoli che Global Footprint Networkfaceva nel 2012, per rinnovare le risorse che bruciamo nel corso dei 12 mesi ci vorrebbe almeno un pianeta e mezzo: “Di questo passo, prima della metà di questo secolo, ogni anno consumeremo il quantitativo di risorse prodotto da due pianeti”, si legge in un comunicato dell’associazione.

 

Cornovaglia tra terra e mare

AddThis Social Bookmark Button

Nuovo racconto della rubrica Viaggiare Sostenibile, l'iniziativa della sezione Turismo&Territorio che Ecograffi dedica ai vostri diari. Questa settimana spazio alla Cornovaglia, tra mare terra e gabbiani.
Buona lettura!

Cornovaglia





















«Dopo rinvii, contrattempi e (troppi) impegni quest'anno finalmente con la famiglia siamo riusciti a concederci la tanto attesa e sospirata vacanza in Cornovaglia. Per una volta abbiamo lasciato l'auto a casa e organizzato (ma sarebbe meglio dire improvvisato) l'itinerario servendoci di treni, autobus e anche biciclette».

Leggi tutto...

 

Hotpoint-Ariston lancia il frigo che aiuta a ridurre gli sprechi alimentari

AddThis Social Bookmark Button

Hotpoint-Ariston, uno dei marchi principali di Indesit Company che si rivolge con funzioni innovative alla fascia medio-alta del mercato, ha siglato una partnership con Amadori per testare le funzionalità di un innovativo sistema di raffreddamento direttamente sui prodotti dell’azienda alimentare. Hotpoint-Ariston ha sviluppato un nuovo frigorifero dotato di uno speciale “vano” modulabile secondo le necessità dell’utilizzatore, e capace di ridurre drasticamente lo spreco di generi alimentari.

Il nuovo frigorifero di Hotpoint-Ariston, che ha potuto contare su un investimento di 150.000 euro solo per l’R&D e che ha generato ben 3 brevetti depositati, èconcepito per ottimizzare la conservazione di diverse categorie alimentari, aumentando notevolmente la durata del prodotto e impedendo la possibilità che si sviluppino microrganismi nocivi per la salute.

Grazie alla partnership con Amadori, a partire da luglio, i consumatori potranno beneficiare di un device testato direttamente sulle risposte biologiche dei prodotti dell’azienda cesenate, che permetterà un maggior livello di sicurezza per la salute, una conservazione ottimale dei prodotti e un loro miglior utilizzo in cucina, grazie alla salvaguardia delle caratteristiche organolettiche.

Secondo i dati pubblicati dalla Fao, infatti, ogni anno in Europa vengono scartate oltre 90 milioni di tonnellate di cibo, quasi 180 kg a testa, e nel mondo si arriva a sprecare circa il 33% degli alimenti destinati al consumo umano (circa 1,3 miliardi di tonnellate). In particolare circa il 51,2% della frutta e il 41,2% della verdura vengono gettati ancora freschi. Oltre a rappresentare un grave danno economico e sociale a livello mondiale, questo fenomeno è anche responsabile mediamente di una perdita economica per le famiglie pari a circa 468 euro all’anno, cifra che potrebbe essere notevolmente ridotta grazie ad una migliore conservazione dei prodotti alimentari. Fondamentale allora proporre ai consumatori apparecchi capaci di mantenere in sicurezza e più a lungo la freschezza e i principi nutritivi degli alimenti, sia quelli facilmente deperibili sia quelli destinati alla congelazione.

 

Legno illegale, l’Italia fa orecchio da mercante alla normativa UE

AddThis Social Bookmark Button

Oggi, secondo l’OCSE, il giro d’affari legato aitraffici internazionali di legno illegale arriva a 150 miliardi di dollari annui, e l’Unione europea in questo scenario deve prendersi le proprie responsabilità.

Da marzo 2013 l’UE vieta, con una dettagliata normativa, le importazioni di legname e dei suoi derivati da qualsiasi Paese del mondo se proveniente dal taglio illegale e chiede agli operatori e alle autorità nazionali di verificare e punire chi commercia legname di origine controversa. Il Regolamento 995, conosciuto anche con il nome di European Union Timber Regulation (EUTR), è stato emanato proprio per contrastare il commercio illegale di legno e derivati, per tutelare le foreste del Pianeta e porre così un freno a irresponsabili processi di deforestazione che stanno cancellando i polmoni verdi della terra e compromettendo le risorse essenziali. Secondo la legge, tutti i prodotti in arrivo devono essere dotati di un “certificato d’origine” legale. Gli obblighi previsti dal Regolamento UE sono sostanzialmente tre: la designazione delle autorità competenti, la redazione delle regole sulle sanzioni applicabili in caso di infrazione e un adeguato sistema di controlli.

Tuttavia, a più di un anno dall’entrata in vigore del Regolamento, risulta che alcuni Paesi sono indietro nella lotta contro l’import del legname illegale, e l’Italia è fra questi. Bocciato da Bruxelles, il Belpaese deve ancora attuare il sistema sanzionatorio e di controllo previsto dalla normativa comunitaria. L’autorità competente italiana, il Ministero delle Politiche Agricole, è tenuta infatti a contrastare le importazioni di legno illegale, a effettuare ispezioni e, in presenza di casi sospetti, a mettere in quarantena i prodotti di origine controversa. Nulla di tutto ciò è stato messo ancora in pratica.

 

Ebola, il Piemonte attiva la rete di sorveglianza

AddThis Social Bookmark Button

Bassa la probabilità di arrivo di casi sospetti

Ebola

Allertata anche in Piemonte la rete di sorveglianza per l'emergenza
ebola. Lo ha stabilito una circolare del Ministero della Salute che ha chiesto a tutti i servizi sanitari regionali di verificare protocolli e procedure per l'isolamento la cura e il trasporto di eventuali casi sospetti. Centro nazionale di riferimento è l'ospedale Spallanzani di Roma (www.inmi.it), istituto di malattie infettive attrezzato per intervenire in caso di febbri emorragiche.

Leggi tutto...

 

Un sentiero tra i ghiacciai

AddThis Social Bookmark Button

Ecco il primo racconto di Viaggiare Sostenibile, l'iniziativa della sezione Turismo&Territorio che Ecograffi dedica ai vostri diari. La nostra redazione ha deciso di pubblicare il resoconto di una escursione sulle Alpi Graie.
Buona lettura!

«Quest'anno ho trasformato un racconto di fantasia in una guida di montagna. Il sentiero che da Margone in valle di Viù (cuore delle Valli di Lanzo nel torinese, ndr) porta ai 2.616 metri del rifugio Cibrario attraversa panorami e bellezze naturali che ricordano in maniera straordinaria alcune pagine di Giulio Verne, quando nel suo Viaggio al centro della terra immagina cascate e torrenti scrosciare dalle pareti di altissimi canyon».

Leggi tutto...

 

Salutisti, ma solo in vacanza

AddThis Social Bookmark Button

Come cambiano d'estate le abitudini alimentari

Curiosi, spensierati, parsimoniosi o sregolati: non importa a quale categoria apparteniate ma sappiate che d'estate tutti noi italiani cambiamo abitudini a tavola. Lo dice una ricerca della Fipe-Confcommercio secondo la quale il 52,6% degli italiani in vacanza cambia abitudini alimentari. (leggi il documento completo su www.fipe.it)
Sette su dieci seguono la regola dei tre pasti quotidiani. Gli altri, al contrario, mantengono un ritmo alimentare poco organizzato. Ma si tratta comunque di percentuali lontane da quelle riscontrate nei periodi di normale attività lavorativa.

Leggi tutto...

 

Un racconto, un viaggio

AddThis Social Bookmark Button



Viaggire Sostenibile
, l'iniziativa della sezione Turismo&Territorio che Ecograffi dedica ai racconti di viaggio, è pronta a pubblicare i vostri diari. Abbiamo lanciato l'iniziativa poche settimane fa e in questi giorni di inizio agosto stanno arrivando in redazione fotografie, resoconti e itinerari.
Che sia mare o montagna, che siate viaggiatori o turisti poco importa. L'importante è che le vostre vacanze siano all'insegna della sostenibilità e della scoperta dell'ambiente. E che voi abbiate voglia di prendere carta e penna e raccontarle.

Mandate i vostri racconti via mail (formato word/openoffice, lunghezza 30 righe, foto in formato jpeg) a Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. specificando nell'oggetto Diario di Viaggio.

Noi siamo pronti a leggere (e a pubblicare), non vi resta che scrivere!

 

La battaglia per salvare Balou

AddThis Social Bookmark Button

Un libro-documentario racconta la complessa relazione tra uomini e orsi

Bear Mountain


Un viaggio alla scoperta della complessa e contraddittoria relazione che lega uomini e orsi, protagonisti di miti, paure e magie ancestrali. A raccontare l'odio e l'amore che da sempre caratterizza il comportamento umano nei confronti di questo animale è Bear Mountain, The battle to save the Pyrenean brown bear, libro-documentario scritto da Mick Webb, giornalista della BBC.

Leggi tutto...

 

Apicoltura, un'annata disastrosa

AddThis Social Bookmark Button

Pioggia e temperature anomale mettono in ginocchio il comparto



Tutta colpa di un inverno che non ha fatto l'inverno, di una primavera in anticipo e di un'estate piovosa. Se a questo aggiungiamo le temperature pressoché sempre al di sotto delle medie stagionali ecco spiegato perché l'annata 2014 degli apicoltori piemontesi è già da dimenticare.
Un clima decisamente “fuori stagione” sta causando danni gravi al comparto, specie nel basso Piemonte, una delle zone italiane più produttive a livello nazionale.

Leggi tutto...

 

FestAmbinte si colora di Arcolbaleno

AddThis Social Bookmark Button

L'edizione 2014 del premio Ambiente e Legalità alla cooperativa torinese

Arcobaleno net

FestAmbiente
2014 premia la cooperativa sociale Arcolbaleno di Torino. Il festival internazionale dedicato all'ecologia e alla solidarietà organizzato da Legambiente ha deciso di assegnare il riconoscimento di quest'anno alla cooperativa torinese, «che con la sua attività nel campo dei rifiuti è riuscita a coniugare economia tutela dell’ambiente e impegno sociale».
Il premio (www.festambiente.it) è un attestato che Legambiente ogni anno consegna a magistrati, uomini delle forze dell’ordine e della società civile, giornalisti e imprenditori che si sono particolarmente distinti nella lotta alle ecomafie e alla criminalità ambientale.
La Cooperativa sociale Arcobaleno (www.cooparcobaleno.net) è nata nel 1992 dall'esperienza maturata dall'associazione Abele. Non solo più accoglienza e aiuto ma un intento precisio: creare a Torino spazi e occasioni per offrire un lavoro a persone provenienti dall’area del disagio sociale. Senza entrare in concorrenza diretta con altre realtà attive sul territorio Arcobaleno ha deciso di mettere al centro delle sue attività il concetto di responsabilità dei singoli, dando a tutti l’opportunità di valutare le proprie attitudini e capacità professionali.

Leggi tutto...

 

#SalviamolaForestale dalla Madia

AddThis Social Bookmark Button

Leggi tutto...

 

<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 1 di 98

PAPRIKA
Da Leon a Santiago di Compostela
Di Giorgio Diaferia   
AddThis Social Bookmark Button

Questo vuole essere il mio contributo all'iniziativa della nostra Redazione sul viaggiare. Quest'estate ho deciso di andare con mia sorella, moglie e cognato a visitare la Galizia , meravigliosa regione nel NO della Spagna ricca di chiese, monasteri , castelli, verdi canyon e boschi stupendi. Il percorso segue una parte del "cammino" che da Roncisvalle porta i pellegrini di tutto il mondo sino al Santuario di Compostela, lungo un tragitto di circa 800 km.La Cattedrale e`davvero imponente e questa massa di persone che la visitano tutto il giorno,alcuni in condizioni davvero critiche, e' davvero impressionante. Tra le mete del giro della Galizia non posso non segnalare "Las Medulas" dove rimangono i resti delle miniere d' oro dei Romani, testimoniati da colline di pietra scavata. E' stata poi la volta di Pontferrada, della Riviera Sacra e di una navigazione in battello, Monforte de Lemos.Il viaggio e' proseguito sino a Sober, poi Orense, Ribadavia per finire a Sam Paio. E poi la splendida baia oceanica di Bajona, poi ancora Combarro, Cambados ed infine Santiago, a far richiesta, i pellegrini, della conchiglia e dell'attestato che certifica l'avvenuto pellegrinaggio,tra moda e fede sincera.

 
Cerca nel sito
Seguici nei social network
L'intervista
EcoGraffi Spot
Shinystat
Archivio Antropos
Loading...
Veganfest

banner veganfest