26 Febbraio 2024
Share
Fonte Scienza in Rete

Finora non si è fatto abbastanza per contenere il riscaldamento globale. Secondo l’ultimo report UNFCCC (United Nations Framework Convention on Climatic Change), i piani nazionali di azione per il clima restano insufficienti per limitare l’aumento della temperatura globale a 1,5 gradi Celsius e raggiungere gli obiettivi dell’accordo di Parigi. Il rapporto stima per fine secolo un innalzamento della temperatura compreso tra 2,1°C e 2,8°C. Si tratta solo del più recente di una serie di report pubblicati negli ultimi mesi, che fotografano un generale rallentamento sia sul fronte dei piani nazionali per l’energia e il clima europei sia per quelli per l’adattamento climatico dei paesi in via di sviluppo. La Corte dei conti europea riferendosi agli obiettivi climatici ed energetici fissati per il 2030 parla di “poche indicazioni sul fatto che le azioni per raggiungere gli obiettivi climatici ed energetici del 2030 saranno sufficienti”. Inoltre, evidenzia come gli obiettivi fissati per il 2020 siano stati raggiunti anche grazie a eventi esterni come la crisi economica del 2009 e la pandemia del 2020. Ne scrive per noi Riccardo Lo Bue.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *