2 Marzo 2024
Share

Fonte SOSSanità

L’Accordo prevede di affiancare al Bilancio UE Quadro Finanziario Pluriennale QFP 2021 – 2027 (valore 1.074 miliardi di euro) il progetto Next Generation EU (750 miliardi di euro). Next Generation è finanziato da risorse della Commissione Europea acquisite contraendo prestiti nei mercati per conto dell’UE.

Gli importi a titolo di Next Generation EU per singolo programma sono i seguenti:
Dispositivo per la ripresa e la resilienza: 672,5 miliardi di EUR
di cui prestiti 360 miliardi di EUR
di cui sovvenzioni 312,5 miliardi di EUR
REACT-EU: 47,5 miliardi di EUR
Orizzonte Europa: 5 miliardi di EUR
InvestEU: 5,6 miliardi di EUR
Sviluppo rurale: 7,5 miliardi di EUR
• Fondo per una transizione giusta (JTF): 10 miliardi di EUR
RescEU: 1,9 miliardi di EUR

Totale Next Generation EU: 750 miliardi di EUR

L’Italia riceverà 208 miliardi di euro, il 28% delle risorse totali previste da Next Generation EU (750 miliardi di euro).  Per le risorse destinate all’Italia resta fissato a circa 81 miliardi l’ammontare di trasferimenti (grants – sovvenzioni), mentre aumenta la componente di prestiti disponibili: circa 127 miliardi di euro. Tali risorse potranno essere impegnate fino al 31 dicembre 2023.

Ora l’Italia deve presentare i Piani di sviluppo per le singole aree di intervento del progetto Next Generation EU e naturalmente per i fondi del Bilancio Eu QFP.

Dopo l’Accordo sul Recovery fundi 27 Paesi UE si troveranno ad avere un debito in comune, che dovranno gestire per i prossimi 40 anni, e dei programmi di sviluppo su cui tutti i governi vigileranno.

Le conclusioni del Consiglio Europeo 17 – 21 luglio 2020  (testo in italiano)

 Speranza, servono soldi per sanita’, almeno 20 mld

Recovery fund: Cgil-Cisl-Uil,ora confronto con governo: per migliore e più equa distribuzione risorse Ue

Testo dell’informativa del Presidente del Consiglio in Parlamento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *