16 Aprile 2024
Roberta Mauti | Al Polo del 900 le tredici parole dell'oncologia nel Dizionario Emozionale di Giuseppe Antonelli
Share

Roberta Mauti

Ogni parola ha un significato, diverso se a pronunciarla è un medico oppure un paziente, soprattutto in oncologia. Da questa considerazione è nato il «Dizionario Emozionale», un atlante linguistico fatto di appena tredici parole, – da Cronicizzazione a Prognosi a Tumore – le più frequenti e le più usate, con cui dottori e specialisti si relazionano con i malati e con i loro familiari.

A scriverlo Giuseppe Antonelli, professore ordinario di linguistica italiana all’Università degli studi di Pavia, che ha raccolto testimonianze e considerazioni tra le corsie degli ospedali e gli studi medici, provando a dare un nuovo e più completo significato alle emozioni contraddittorie che spesso suscita una diagnosi oncologica.

Il Dizionario è del 2021 e l’occasione per tornare a parlarne è stata offerta da «Il senso delle parole», talk di divulgazione scientifica realizzato per approfondire il senso del linguaggio medico, che ha fatto tappa al Polo del 900 di Torino lo scorso 13 marzo.

Sono intervenuti lo scrittore Enrico Pandiani, la professoressa Silvia Novello docente di Oncologia medica all’Università di Torino e Giuseppe Cafiero, Vicepresidente AlPaSiM.

Hanno parlato dei meccanismi delle parole e di quanto sia importante la comunicazione tra medici e pazienti, tra medici e giornalisti e tra medici e altri medici per far sì che tutti lavorino nella stessa direzione per il benessere del paziente.

«Non si tratta solamente di trasmettere informazioni di tipo diagnostico e terapeutico con chiarezza e precisione, ma anche di comprendere l’investimento emozionale del paziente» ha detto Antonelli parlando del suo lavoro di ricerca. «Il paziente si trova a vivere sulla propria pelle quei termini del linguaggio specialistico a cui l’operatore sanitario ricorre in modo distaccato e oggettivo. Ecco allora che un dialogo rispettoso e inclusivo, capace di andare oltre la freddezza dei tecnicismi, può essere considerato una prima forma di cura, e non certo la meno efficace».

Il dizionario è scaricabile sul sito sito https://www.ilsensodelleparole.it/

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *