16 Aprile 2024
Dora Mercurio | A quanto pare è ufficiale: la serie tv su Harry Potter si farà. È stato infatti siglato nei giorni scorsi, l’accordo tra HBO e J.K. Rowling autrice di una delle saghe letterarie più amate.
Share

Dora Mercurio

A quanto pare è ufficiale: la serie tv su Harry Potter si farà. È stato infatti siglato nei giorni scorsi, l’accordo tra HBO la famosa emittente televisiva, madre di tante serie diventate cult (Il Trono di Spade e Sex and the City fra tutte) e J.K. Rowling autrice di una delle saghe letterarie più conosciute e amate del secolo scorso.

Ancora non si sa nulla di come sarà la serie, se non che sarà composta da almeno sette stagioni: una per ogni libro. I fan di tutto il mondo però sono già in fibrillazione e alla ricerca di qualsiasi forma di notizia, soprattutto per quanto riguarda il cast. Complici le trasposizioni cinematografiche, non sarà facile per i produttori dare un nuovo volto ai protagonisti e sostituire attori come Alan Rickman, Ralph Fiennes.

Ma la domanda che si stanno facendo tutti i Potterheads, i fan del maghetto, è: “Ne sentivamo davvero il bisogno?”. Sono infatti migliaia i video social che in questi giorni parlano della futura serie, chi a favore e chi contro.

La domanda che invece ancora non trova una risposta è: “Come ha fatto J.K. Rowling a creare un qualcosa di così straordinario, che ha accompagnato intere generazioni e che ancora oggi genera così tanto interesse?”.

Chi segue le vicende “del mondo magico” dalle origini, sa benissimo che all’inizio nessuna grande casa editrice era disposta ad accogliere tra le sue uscite il primo libro della saga. Poi, complice il passaparola, è divenuto in poco tempo uno dei libri per ragazzi più letti di sempre.

Ma perché?

Merito indubbiamente delle capacità immaginarie dell’autrice che ha saputo creare un universo parallelo in cui ancora oggi, dopo più di vent’anni molte persone periodicamente si rifugiano.

I singoli capitoli della saga poi affrontano quelle tematiche con cui tutti abbiamo avuto a che fare e che gira e rigira ritroviamo in moltissimi libri: amore, amicizia, rapporti familiari, confronto tra bene e male…ma la Rowling ha avuto la capacità di far crescere i personaggi e i loro conflitti e problematiche interiori insieme ai lettori. È forse questo il segreto?

Al di là della storia, c’è anche da dire che il giro di affari che ruota intorno ad Harry Potter è estremamente importante. Tra libri (si parla di circa 500 milioni di copie vendute), film e videogiochi si parla di miliardi di euro che si riversano in diversi settori: dai gadget, ai negozi a tema, per non parare del turismo che ogni giorno porta migliaia di persone alla ricerca dei luoghi in cui è stata ambientata la saga.

Avevamo quindi bisogno di aggiungere una serie tv?

Sicuramente la HBO avrà fatto i suoi conti e visto il ritorno avuto in termini di “notiziabilità” dell’affare, dal momento che tutte le principali testate di informazione hanno ripreso la novità e hanno dato il via a migliaia di commenti da tutto il mondo, non ha sbagliato il colpo.

Bisognerà vedere se sarà all’altezza delle aspettative dei milioni di fan, ma certo è che anche i più diffidenti guarderanno la produzione e si scateneranno con critiche e commenti.

Vincerà quindi il “purché se ne parli” o si cercherà di dare un prodotto davvero di qualità?

Non ci resta che aspettare il 2024, anno in cui i più ottimisti dicono che sarà possibile vedere già la prima stagione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *