Torino, giù le mani dalla Cittadella

Torino, giù le mani dalla Cittadella

Share

JB | Arriva in consiglio comunale la protesta del Comitato Pietro Micca contro la realizzazione del parcheggio interrato in corso Galileo Ferraris. Lunedì in Sala Rossa il consigliere Fabrizio Ricca ha presentato un’interpellanza per conoscere lo stato dell’arte dei lavori e l’iter del progetto.

Durante la prima fase degli scavi è già andata distrutta la Galleria Magistrale della Cittadella, esempio di architettura militare del XVII secolo. Proprio per salvaguardare i reperti e impedire altri danneggiamenti è nato il Comitato, ora impegnato nella valorizzazione dell’intera struttura (ne abbiamo parlato a MarcoPolo).

20151130aDopo un muro contro muro durato parecchie settimane il Comune di Torino ha aperto alle richieste del Comitato: i reperti della Galleria verranno salvaguardati e il progetto originario del parcheggio sarà modificato per permettere anche l’accesso ai resti sotterranei della Cittadella. “Purtroppo -è la preoccupazione del Comitato- il Comune non intende andare al di là di un minimale accesso al Pastiss, con un percorso di visita formato da cartelli indicatori e con l’inglobamento dei preziosi reperti nel parcheggio stesso”. Di qui la protesta a Palazzo Civico, con tanto di cartelli e manifesti che hanno portato alla sospensione della seduta e all’espulsione del gruppo di cittadini presenti in rappresentanza del Comitato Pietro Micca.

Il timore è che anche alla Cittadella capiti quanto già successo alle antiche Ghiacciaie di Porta Palazzo e al Ponte di Vittorio Amedeo I in piazza San Carlo: inglobati nel parcheggio con “quattro cartelli dei quali uno viene scarabocchiato, l’altro investito da una macchina, fino a quando il Comune ne approfitta per toglierli mentre nessuno ci pensa più”.
Il Comitato Pietro Micca, invece, insiste nel chiedere la chiusura definitiva del cantiere, la ricostruzione con i mattoni originali della Galleria Magistrale, il ripristino dei collegamenti con la fortezza cinquecentesca del Pastiss e la realizzazione di un parco archeologico inserito in un polo museale. Ora il progetto (modificato) passerà in Commissione e in Consiglio. Il Comitato Pietro Micca assicura che sarà presente.

Inserito da:

JB

Journalist and videoreporter | https://about.me/jacopobianchi

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *