Calisthenics, allenamento a corpo libero

Calisthenics, allenamento a corpo libero

Share

Stefania Panetta | Calisthenics. È una parola magica? No, è la nuova disciplina che sta spopolando sul web e noi siamo andati a provarla per voi! Migliaia di persone si stanno avvicinando a questo sport che trae le sue origini dall’antica Grecia: prende il nome da Kalos (bellezza) e Sthenos (forza). L’obiettivo del Calisthenics è infatti quello di ottenere un fisico armonioso sviluppando la forza muscolare attraverso movimenti assolutamente naturali.

Abbiamo chiesto a Cristian Moletto, co-fondatore della palestra Calisthenics Torino, di parlarci meglio di questo sport.

Cos’è il Calisthenics? Il Calisthenics è un allenamento a corpo libero. È indubbio che risulti legato alla ginnastica artistica, avendo in comune diversi esercizi, determinati lavori di rinforzo muscolare e l’attenzione per la prevenzione degli infortuni. Noi lavoriamo sulle sbarre, le parallele e dove serve il pavimento o la spalliera. Utilizziamo questi semplici strumenti come leve, al fine di sviluppare la resistenza muscolare.

Il nostro obiettivo è di portare al largo pubblico questa disciplina che, fino a poco tempo fa, era vista come uno sport adatto solo ad atleti di un certo livello ma è invece praticabile da tutti, anche e soprattutto da chi non ha mai fatto sport. Noi andiamo a correggere prima di tutto la postura, per poi insegnare alle persone a sviluppare la forza muscolare.

L’allenamento calisthenico è social perché ci si allena in classi, si fatica e si suda insieme al di là del livello di preparazione. Tutti fanno gli stessi esercizi con varianti di intensità differenti studiate in base alle possibilità della persona. Non è più uno sport individualista, si viene a creare una community vera e propria.

È uno sport adatto a uomini e donne? Assolutamente sì. Fino a poco tempo fa questo sport era visto come una disciplina prettamente maschile invece adesso il mercato si sta aprendo anche alle donne, perché si va a lavorare su tutte quelle zone che vengono considerate come “critiche”: addominali, glutei, spalle. Ogni allenamento è full body, coinvolge tutti i gruppi muscolari e gli esercizi variano sempre, non c’è mai un workout uguale all’altro, quindi non si corre il rischio di stufarsi. A differenza della palestra tradizionale inoltre, qui abbiamo dei coach che ogni lezione ti stimolano e ti seguono per far sì che tu riesca a portare a termine il tuo workout lavorando al meglio. Non c’è nulla che non si possa fare!

Quanti allenamenti sono consigliati a settimana? Sicuramente è importante partire almeno con due allenamenti settimanali e pian piano andare ad integrare. I risultati non tarderanno ad arrivare. In un mese è già possibile vedere miglioramenti a livello di performance che poi sono strettamente collegati al miglioramento fisico ed estetico.

Quanto conta l’alimentazione? L’alimentazione è fondamentale. A livello di modellamento in termini di riduzione del grasso, possiamo dire che l’alimentazione influisce per un 60% e un 40% lo fa l’allenamento. Se invece parliamo di aumento di massa muscolare è il contrario. Le due cose si devono comunque integrare al meglio per poter raggiungere qualsiasi risultato. E’ inutile allenarsi ogni giorno se poi si mangia male, così come è normale non vedere miglioramenti se si mangia sano, ma si rimane seduti sul divano.

Io ho deciso di provare e posso dire che, nonostante gli anni di palestra alle spalle, ho sentito bruciare dei muscoli che nemmeno conoscevo e mi sono sfidata in esercizi che non pensavo assolutamente di riuscire a svolgere. Perché poi è un circolo vizioso, no? Se ci vediamo meglio fisicamente, ci sentiamo più sicuri di noi e di conseguenza ci approcciamo alla giornata in maniera diversa, con più grinta e voglia di fare.

Personalmente dopo una giornata di lavoro intensa sono tornata a casa, nonostante la stanchezza, con un bel sorriso sulle labbra!

Inserito da:

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *