Correndo tra i fiocchi di neve

Correndo tra i fiocchi di neve

Share

Stefania Panetta | E’  arrivato il freddo, questo è un dato di fatto. E sappiamo bene che l’abbassamento delle temperature porta con sé la voglia disperata di entrare letteralmente in letargo. In fondo, dopo una giornata di lavoro il primo pensiero non sarà mai quello di fare sport, quanto piuttosto quello di concedersi un bella tazza fumante di tè caldo e guardarsi un film sul divano.

Vi sveliamo un segreto: il freddo non è una buona scusa per fermarsi!

Quindi mettete da parte tutte quelle frasi come “Ho paura di ammalarmi” oppure “sento già un po’ di male alla gola se mi alleno con questo freddo domani avrò sicuramente la febbre” e alzatevi dal divano!

Allenarsi all’aria aperta in questo periodo non solo non vi farà ammalare, ma rafforzerà le vostre difese immunitarie prevenendo i classici mali di stagione.

La chiave fondamentale di cui tener conto sono gli accessori. Che il vostro sport sia il running, la bicicletta o allenamenti a corpo libero al parco, oramai anche i marchi più convenienti si sono dotati di una serie di capi adatti all’allenamento outdoor a basse temperature.

Questo non significa che dovrete correre con il piumino, sarebbe proprio quello il modo più semplice per ammalarsi in quanto è fondamentale utilizzare tessuti traspiranti. Partiamo allora dall’outfit:

Cappello

Scalda collo (possibilmente in microfibra) che vi aiuterà a proteggere la gola dal freddo e potrete alzarlo fino a coprirvi il naso nel caso in cui le condizioni atmosferiche fossero particolarmente avverse.

Maglie: non indossate dieci maglie, il sudore deve traspirare. Sarà sufficiente una maglia tecnica a maniche lunghe, un pile e una giacca antivento.

Calze: sbizzarritevi pure, tirate fuori le calze con le renne che amate tanto e indossatele con orgoglio.

Guanti (tecnici o no in questo caso fa poca differenza).

Come sempre vi consigliamo di dotarvi di una buona spalla, in due si corre meglio, il tempo passa più veloce e soprattutto avrete la spinta giusta per uscire di casa.

Dedicate inoltre qualche minuto in più allo stretching, soprattutto prima di iniziare l’allenamento. Se i muscoli sono troppo freddi potreste incorrere facilmente in infortuni quindi dedicate dieci minuti all’inizio e alla fine dell’allenamento per riscaldarvi al meglio.

La vera impresa sarà resistere al freddo nei primi dieci minuti. Dopo esservi scaldati vedrete che non sentirete più le basse temperature e correre tra i fiocchi di neve si rivelerà un’esperienza tanto eroica quanto soddisfacente. Quando non ce la farete più pensate che al vostro ritorno ci sarà una tazza calda di tè e un divano ad aspettarvi e con la stanchezza dell’allenamento beh … sarà tutta un’altra musica!

Inserito da:

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *