Breaking News
14 febbraio 2018 - Pamela:convalida arresti Lucky e Awelina
14 febbraio 2018 - Dell'Utri in ospedale per controlli
14 febbraio 2018 - Hungary submits anti-immigration 'Stop Soros' bill to parliament
14 febbraio 2018 - Juncker, decidere presto su bilancio Ue
14 febbraio 2018 - Berlusconi, Sicilia in agonia, sì Ponte
14 febbraio 2018 - South Korea union says GM plant closure is 'death sentence', threatens strike
14 febbraio 2018 - Berlusconi, tassa successione è immorale
14 febbraio 2018 - Exclusive: Dozens of refugee resettlement offices to close as Trump downsizes program
14 febbraio 2018 - Studente prima media picchia la prof
14 febbraio 2018 - Tagli al bisfenolo A in Gazzetta Ue
14 febbraio 2018 - In Trump’s first year, U.S. agency doubles solar investments abroad
14 febbraio 2018 - Embraco: Calenda chiede chiarimenti a Ue
14 febbraio 2018 - Di Maio a Mef, su fondo pmi oltre 23 mln
14 febbraio 2018 - U.S. inflation test looms large, dollar falls
14 febbraio 2018 - Renzi, non votate quelli di "spread tax"
14 febbraio 2018 - Di Maio, su rimborsi sbagliato fidarmi
14 febbraio 2018 - South African police raid Gupta home, pressure cranks up on Zuma
14 febbraio 2018 - Economia: ISTAT, NEL 2017 PIL +1,5%
14 febbraio 2018 - Istat, pil Italia 2017 +1,4%
14 febbraio 2018 - Israel's Netanyahu says government coalition remains stable
14 febbraio 2018 - Sport: LEBRON JAMES TRASCINA I CAVS, HARDEN I ROCKETS
14 febbraio 2018 - Sport: PELLEGRINO "ARGENTO DA OUTSIDER E NON FINISCE QUI"
14 febbraio 2018 - Walmart goes to the cloud to close gap with Amazon
14 febbraio 2018 - South Korea union says GM plant closure move is 'death sentence', threatens strike
14 febbraio 2018 - Germania: Pil IV trimestre +0,6%
Comuni, si vota il 10 giugno

Comuni, si vota il 10 giugno

Share

JB | A tre mesi dal voto per le politiche del 4 marzo scorso, il 10 giugno quasi ottocento comuni italiani tornano alle urne per eleggere sindaco e consiglieri comunali. Dei 764 comuni interessati venti sono capoluogo di provincia e uno (Ancona) capoluogo di regione. La tornata elettorale di fine primavera interessa in Italia 114 comuni “superiori”, che hanno cioè più di 15.000 abitanti. L’eventuale turno di ballottaggio è fissato per domenica 24 giugno.

In Piemonte le elezioni interessano 63 amministrazioni, in tutte le province. È l’area metropolitana di Torino quella con con più comuni al voto, ben 15. Appena tre invece i comuni al voto nel Biellese. È cuneese il paese più piccolo chiamato a rinnovare l’amministrazione, Bergolo, che conta appena 68 residenti. Due le città piemontesi che superano la soglia dei 15mila abitanti, Ivrea e Orbassano.

A Ivrea sono cinque i candidati alla carica di primo cittadino. In corsa per succedere a Carlo della Pepa ci sono Maurizio Perinetti (centrosinistra) Stefano Sertoli (centrodestra) Francesco Comotto (liste civiche) Massimo Fresc (Movimento 5 Stelle) e Igor Bosonin (Casapound). Tredici le liste in appoggio ai candidati.

Sette invece gli aspiranti sindaco a Orbassano. Per il dopo Gambetta correranno Cinzia Bosso (centrodestra) Giovanni Falsone (Lega) Andrea Suriani (Cinquestelle) Roberto Taglietta (centrosinistra) Bruno Alovisio (Liberi e Uguali) Fabrizio Finotti (Sinistra per Orbassano) Carmelo La Rocca (lista civica). Diciannove le liste che si presenteranno alle urne.

Come sempre la prossima tornata amministrativa sarà anche un test, per misurare l’indice di gradimento dell’elettorato dopo le politiche di marzo e soprattutto dopo le incertezze e i tanti passi falsi del dopo-voto. La cartina al tornasole delle comunali darà soprattutto a Lega e Cinquestelle la misura di come e quanto il balletto delle consultazioni pesi sugli elettori. Sondaggi alla mano, la stesura e la riscrittura del contratto di governo, senza contare le incertezze sul nome del candidato alla presidenza del Consiglio, non sembra però aver annoiato gli italiani.

Secondo le ultime rilevazioni di SWG la Lega ha infatti visto crescere di un punto percentuale il gradimento tra gli elettori, attestandosi al 25,5%. Sostanzialmente stabile -nel breve tempo- il Movimento 5 Stelle, al 32%. Da marzo, però, i grillini hanno perso lo 0,5%. Il Partito democratico resta al 19%, pur essendosi chiamato fuori dai giochi per il governo e pur essendo alle prese con una conta interna, fino a oggi sempre rimandata. Scivola invece sotto il 10% Forza Italia.

La partita dei 764 comuni arriverà comunque dopo l’ennesimo tentativo di Lega e Movimento di proporre al Capo dello Stato un programma e un esecutivo, senza dimenticare il nome del Presidente del Consiglio, ancora da decidere. Un incarico di governo o la prospettiva delle elezioni in autunno potrebbero anche indirizzare verso un voto “di protesta”, da incanalare proprio attraverso i sindaci. Senza dimenticare il rischio dell’astensionismo.

Inserito da:

JB

Journalist and videoreporter | https://about.me/jacopobianchi

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *