Torna il TOHorror Fantastic Film Festival

Torna il TOHorror Fantastic Film Festival

Share

Francesca Grassitelli

Venti lungometraggi, venti animazioni, venti cortometraggi, dieci racconti, dieci sceneggiature, quattro incontri letterari tra bizzarro e fantastico, tra analisi della realtà e fuga dalla medesima, cinquanta paesi coinvolti.”
Inizia così la presentazione della Ventunesima edizione del TOHorror Fantastic Film Fest, la manifestazione indipendente tutta torinese dedicata al cinema e alla cultura del fantastico, in onda dal 19 al 24 ottobre.

Organizzato dall’Associazione culturale DEINOS Cultura & Cinema e diretto da Massimiliano Supporta, il TOHorror si propone di esplorare gli aspetti più nascosti e problematici della società contemporanea, tutte quelle “cose strane” – per citare il tema di quest’anno – che ci accompagnano nella quotidianità.

Ad aprire la rassegna Prisoners of the Ghostland di Sion Sono, un western post-atomico dal gusto anarchico. In onda martedì 19 ottobre al Cinema Massimo, vedrà Nicolas Cage nei panni di un famigerato criminale assolto per ritrovare la figlia del Governatore.

Dal gusto cyberpunk è invece Tin Can, il lungometraggio di Seth A Smith che sembra rivolgersi angosciosamente all’attualità per tracciarne un’ipotesi di evoluzione post-umana.
Due le proiezioni speciali fuori concorso, entrambi titoli francesi: After Blue di Bertrand Mandico, la pellicola sci-fi ed ipnotica che esplora i meandri del desiderio, e – per la prima volta in Italia – Lux Aeterna del regista franco-argentino Gaspar Noé, una satira horror dai toni stroboscopici.

Spiccano invece tra i cortometraggi il fantasy drama Aquariens di Alice Barsby, l’ironico splatter sci-fi Survivers di Carlos Gomez-Trigo e l’attualismo While We Stayed Home di Gil Vesely. Che si rifletta su tematiche d’attualità o sui nuovi linguaggi cinematografici, i 20 cortometraggi rappresentano perfettamente l’eterogeneità dei nuovi filmmakers provenienti da tutto il mondo.

Più ampio è invece il Concorso Animazioni di quest’anno, che affianca al tradizionale blocco dei live-action anche quello dei cartoons, attraverso le storie di miniere infestate, navi da crociera, mondi popolati da cani fantasma e mostri affamati.

Luoghi del festival il Cinema Massimo e il Cinema Ambrosio, mentre la rassegna di incontri dedicati a letteratura, fumetti, videogames e attualità si dividerà tra il Circolo dei Lettori e il Blah Blah Club.

Per scoprire il programma completo clicca qui.

Guarda il trailer di Prisoners of the Ghostland

Inserito da:

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *