26 Febbraio 2024
In corso Belgio verranno abbattuti 17 alberi e potati altri 16 aceri. La protesta di fine giugno non ha portato molti risultati, il comune di Torino ha preso la sua decisione.
Share

ALICE RUSSO

Entro febbraio verranno abbattuti 17 alberi in corso Belgio, nonostante le proteste dei residenti che, negli scorsi mesi, hanno cercato di fermare l’abbattimento di numerosi aceri.

Il comune di Torino ha deciso di tagliare 17 aceri di categoria D. Queste categorie servono per capire la pericolosità e l’incolumità degli alberi: si va dalla categoria A che classifica gli alberi sani, fino alla categoria D che li classifica di pericolosità estrema. Inoltre, su richiesta di GTT verranno potati altri 16 aceri che, con i lori rami, ostruiscono il passaggio e la viabilità di bus e tram.                                                                                            “Come Città abbiamo la responsabilità e il dovere di salvaguardare in via prioritaria la sicurezza dei cittadini e di garantire la loro incolumità per cui interverremo tempestivamente con tutte le operazioni necessarie, come si è sempre fatto in situazioni analoghe” ha affermato l’assessore al Verde pubblico Francesco Tresso. Il comune si è affidato ad un esperto arboricoltore dell’università di Pisa, che ha dato parere favorevole a tagliare questi alberi.  

Per corso Belgio, però, non si tratta di una novità: a fine giugno, i residenti protestavano perché il comune di Torino aveva deciso di abbattere alberi di acero presenti nel viale per ripiantare dei peri cinesi, dei quali non si sapeva se potevano resistere al nostro clima. Gli abitanti avevano deciso di chiamare un avvocato e di portare il caso in tribunale perché volevano salvaguardare questi esemplari, che erano utili anche per proteggere dal sole e dare refrigerio nelle ore estive più calde. Era stato istituito un comitato e fatta una raccolta firme. I residenti di corso Belgio sono ulteriormente insoddisfatti perché non sono stati avvisati della decisone presa da parte del comune e, dopo l’abbattimento, non verranno piantati altri alberi come, invece, era stato promesso a fine giugno. (leggi qui: http://www.ecograffi.it/2023/06/salviamo-gli-alberi-di-corso-belgio/).

 I lavori cominceranno fra circa 15 giorni ma, nel frattempo, i cittadini e il comitato andranno avanti con le proteste.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *