A Torino è tornato lo Swing!

A Torino è tornato lo Swing!

Share

Aurora Maselli | Amanti della musica anni ’40 e ’50 a rapporto! Torino è diventata la città dello swing, una tradizione che finalmente rinasce. Nella città sabauda negli ultimi anni sta spopolando l’amore e la voglia di imparare qualche passo di lindy hop, boogie woogie e rock and roll. Ne sono la prova i corsi di ballo sold out che quest’anno contano più di 1300 iscritti. Tra gli appassionati ci sono soprattutto giovani fra i 25 e i 35 anni, ma non mancano adolescenti e pensionati.

Tante scuole di ballo dove imparare tra cui la Dusty Jazz in Strada Leone Fontana 17, la Feel Good Swing di Via Mantova 34 e il Centro Accademico Carma in Via Pietro Giannone 10. Corsi ma non solo, perché gli insegnanti, conoscendo la grande passione che accomuna i loro allievi, organizzano serate ed eventi a tema che riescono a riunire appassionati, ballerini o semplici passanti curiosi. Torino fa così un vero salto nel passato e si trasforma in una piccola città vintage che suona e si muove a ritmo di Louis Jordan, Jerry Lee Lewis, Sam Cooke e Dion.

Il martedì sera l’appuntamento è al Q77 in corso Brescia, ogni mercoledì da maggio a settembre arriva il Lindy Hop in piazza Castello. Il giovedì al Caffè Basaglia e la domenica sera al Xò Cafè di via Po 46/c tornano gli anni ’50 con la Honky Tonk School che troverete anche al Gran Balon, lo storico mercatino delle pulci.

Da non perdere il Torino Swing Festival che per la quarta edizione arriva nel capoluogo piemontese dal 16 al 18 Novembre, evento ricco di worshop durante il giorno e di band internazionali ed esibizioni di campioni europei la sera.

Ma quando sono nati questi balli? Cosa rende così speciale ogni disciplina? Il Lindy Hop è la forma originale di ballo swing nato ad Harlem, evolutasi dal charleston e popolare fino alla Seconda Guerra mondiale. Il boogie come stile musicale nacque in Texas e Louisiana ma il suo nome divenne conosciuto solo quando Pinetop Smith chiamò nel 1928 Pinetop’s Boogie Woogie un suo brano per pianoforte e tra il 1930 e il 1950 questo stile acquistò rapidamente spazio fra i giovani. Negli anni ’50 con l’arrivo di Chuck Berry ed Elvis tutto cambiò e il rock and roll spopolò. Movimenti rapidi, figure elaborate e un ritmo potente sono solo alcuni elementi caratteristici di questo ballo che ha fatto innamorare e scatenare milioni di persone in tutto il mondo.

E ricordatevi, non importa cosa balli, purché tu ti diverta!

Inserito da:

Related Articles

Lascia un commento

Il tuo indirizzo di posta elettronica non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono segnalati con *